Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Giovanni-Arma di tipo affettivo.
Matricola
Iscritto il:
16/4 20:43
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 2
Offline
Mi chiamo Giovanni e premetto che non appartengo al vostro "mondo". Ho provato a fare una ricerca e non ho trovato una risposta esaustiva, so che questo non è il posto giusto dove fare domande ma sono bloccato e non posso fare altrimenti (nel caso se volete potete chiudere o spostare la richiesta. Brevemente: se io (in via del tutto ipotetica) trovassi un fucile di un parente ormai deceduto in soffitta e non trovassi la denuncia dell'arma cosa potrei fare? Sarebbe un ricordo di tipo affettivo, visto che si tratterebbe di un arma di circa 55/57 anni fà.....ho sentito diversi pareri discordanti ma il più credibile è quello di evitare di sporgere denuncia dai CC. Qualcuno saprebbe dirmi come risolvere questo mio quesito? Faccio presente che è solo una curiosità mia .... Grazie ancora e mi scuso per il disturbo.

Data invio: 18/4 16:09
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Giovanni-Arma di tipo affettivo.
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Da Parma
Gruppo:
Utenti registrati
Staff
Collaboratore
Messaggi : 1231
Offline
Salve gplgpl,

Citazione:

ho sentito diversi pareri discordanti ma il più credibile è quello di evitare di sporgere denuncia dai CC.


Sarei proprio curioso di sapere chi è la testa di caxxo ti ha dato questo consiglio...

Basta scrivere "rinvenimento armi" su google e trovi tutte le informazioni che ti servono.

Da: http://earmi.it/diritto/faq/sintesi.htm

Rinvenimento armi:

Chi rinviene armi o loro parti nascoste
da lungo tempo, di cui si ignora chi fosse il
detentore, deve denunziare il rinvenimento
alla autorità di PS che può prendere in custodia le armi oppure affidarle a chi le ha
rinvenute, se ha un porto d'armi. La legge
110 dice che chi rinviene un'arma deve
farne immediato deposito presso C.C. o P.S.
È meglio limitarsi a dare immediato avviso
del rinvenimento, senza portare con sé le
armi perché si corre il rischio di denunzia
per detenzione o trasporto illegale di armi!1
Chi rinviene armi, diviene è il proprietario delle armi rinvenute, secondo le norme
del Codice Civile, e ha diritto di averle in
restituzione, se esse non risultano essere
corpo di reato. Perciò l'autorità di P.S. ha
due possibilità: o individua dei reati a carico
di qualcuno ed allora sequestra le armi e le
invia all'autorità giudiziaria che poi provvederà sulla loro destinazione, oppure, fatte
le indagini, le restituisce al rinvenitore che
potrà disporne a suo piacimento. Non può
trattenerle per la demolizione se non con il
consenso del rinvenitore che rinunzi ad
esse. Armi sicuramente abbandonate da
lungo tempo non sono oggetto di alcun
reato perché non vi è la prova che nel momento in cui furono nascoste esse fossero
detenute illegalmente. Per armi recenti è invece certo che qualche reato vi è (ad es.
omessa denunzia di smarrimento). Il reato,
comunque, deve essere provato e non solo
ipotizzabile

Data invio: 18/4 16:24
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Giovanni-Arma di tipo affettivo.
Matricola
Iscritto il:
16/4 20:43
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 2
Offline
Grazie mille per la risposta, in effetti quanto mi è stato riferito ("evita di portare il fucile da caccia in caserma perchè te la distruggono davanti a te") non mi sembrava una risposta corretta. Ora mi informerò meglio e vedrò il dafarsi, grazie ancora per la risposta.

Data invio: 19/4 16:52
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

 IL VIGILANTE

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate