Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Presa di posizione da nord a sud dei rappresentanti sindacali sul rinnovo del CCNL
Matricola
Iscritto il:
19/3/2018 17:09
Da Veneto
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 58
Offline
Di seguito la lettera inviata alle segreterie nazionali della triplice in merito alla situazione indecente che riguarda il rinnovo del CCNL, peggiorata ancora di più con la prospettiva di avere un CCNL "tipo turismo" ( che per le aziende vorrebbe dire la flessibilità di quel CCNL compreso il contratto a chiamata e COL CAVOLO la retribuzione del Turismo ):
nazionale@pec.filcams.itfisascat.nazionale@pec.ituiltucs@pec.itAlle segreterie nazionali di categoria Filcams Cgil Fisascat Cisl, Uiltucs UilNell'ultimo quinquennio la nostra vertenza si è fermata e arenata quasi al punto di partenza nonostante siano 66 i mesi di vacanza contrattuale.I lavoratori e le lavoratrici da noi rappresentati sono delusi, indignati e stanchi.Poco o nulla è stato intrapreso dalle parti per sbloccare e far ripartire la trattativa nell'ultimo anno. Le associazioni datoriali hanno mantenuto le loro posizioni senza arretrare neanche di fronte alle agitazioni e gli scioperi messi in atto.La loro arroganza continua ad essere supportata dalla difficile situazione sanitaria e politica, il contoda pagare è alto e ad esclusivo carico dei lavoratori.Tuttavia l'azione delle segreterie di categoria continua ad essere scarsa e inefficace, si è creata una spaccatura importante che mette a dura prova la fiducia dei lavoratori nei confronti dei rappresentanti sindacali del settore.Si allontana sempre più una soluzione congrua alle aspettative, giusta per la riaffermazione dello stato di diritto, della dignità salariale (già sotto il limite dell’art. 36 della Costituzione) e delle normative più stringenti, alcune già presenti nel vigente contratto Vigilanza che, nonostante la maggior parte siano ampiamente a favore delle parti datoriali, vengono costantemente violate per insufficienza di controlli e per l’illegalità dilagante.Con questa nostra ribadiamo che nessun passo indietro verrà accettato della piattaforma approvata dai lavoratori nella nostra assemblea unitaria Filcams Fisascat e Uiltucs.Non esiste un alcun altro mandato che ponga le segreterie nazionali a trattare un percorso diverso dalla piattaforma approvata dai lavoratori nel 2016.Riteniamo “urgente” la richiesta di convocazione di un attivo dalle segreterie nazionali per relazionarci sulle tempistiche, sugli sviluppi, seppure avvilenti, della trattativa perchè , a noi pare, oramai prosegue su tavoli a noi non noti.Intanto la piattaforma approvata dai lavoratori così com'è, resta superata sopratutto dai cambiamentidelle mansioni dei fiduciari che, come ben saprete, hanno livelli di ingresso che dovevano essere rivisti, così come andavano rivisti gli adeguamenti salariali in corso d'opera della vertenza.Nel corso degli anni le aziende hanno usufruito di enormi vantaggi e incrementato i fatturati, sono, erestano i solo beneficiari di una trattativa ferma su un binario morto.Non è più accettabile che il nostro futuro sia assoggettato a politiche di comodo delle parti sindacalie datoriali, non è più accettabile che le istituzioni chiamate in causa in questi anni restino in silenziodi fronte alla mattanza delle aziende che continuano, senza vergogna, a perpetrare l'illecito elo sfruttamento.Attendiamo urgentemente un riscontro da questo documento unitario sottoscritto dalle RSA di tutti iterritori nazionali.Sollecitiamo le segreterie nazionali Filcams, Fisascat, Uiltucs a conferire con la base, non siamo rassegnati allo stato delle trattative e continueremo a lottare in difesa delle nostre legittime richieste.Diversamente, se verremo ignorati, siamo pronti ad iniziative autonome in nome e rappresentanza degli iscritti Filcams, Fisascat e Uiltucs, indossando simboli e bandiere delle associazioni sindacali a cui apparteniamo, nelle aziende e nelle piazze, portando testimonianze davanti ai palazzi delle istituzioni.Ci adopereremo con tutti i mezzi e gli strumenti consentiti dalla legge, che restano a tutela dei cittadini lavoratori e non ci obbligano a compromessi né all’immobilismo in attesa degli eventi.Le RSA di categoriaFilcams Cgil Fisascat Cisl Uiltucs Uil

Data invio: 11/7 14:57
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

 IL VIGILANTE

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate