Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21809
Offline
Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Per la Cassazione va punito per violenza privata il vigilante che aveva imposto a una donna di sollevare la maglietta e togliere i pantaloni



di Lucia Izzo - Niente particolare tenuità per la violenza privata commessa dal vigilantes del centro commerciale che ha disposto la perquisizione personale di una donna all'interno della struttura imponendole di sollevare la maglietta e togliere i pantaloni. Lo ha precisato la Corte di Cassazione, quinta sezione penale, sentenza n. 12591/2017 (qui sotto allegata).




L'imputato era stato condannato per il reato di violenza privata (art. 610 c.p.), per avere, quale addetto alla vigilanza presso un centro commerciale, costretto una donna a subire una perquisizione personale all'interno degli uffici del centro medesimo, facendole togliere i pantaloni e sollevare la maglietta. 

Inutile per l'imputato contestare, in Cassazione, che la perquisizione fosse stata eseguita da una collaboratrice di sesso femminile, al fine di salvaguardare il pudore della persona offesa: per gli Ermellini, come d'altronde evidenziato dai giudici di merito, la perquisizione illegittima era stata disposta dal ricorrente, sulla cui individuazione non è stata sollevata alcuna contestazione; questi, a prescindere dal formale ruolo rivestito (essendo irrilevante che egli fosse un portiere o un addetto alla vigilanza), aveva il dominio finalistico dell'azione illecita, quindi il rispetto del pudore, dunque, non esclude l'arbitrarietà e l'illiceità penale del fatto.




Anche in relazione alla pretesa assenza di costrizione, che la difesa ritiene desumibile dal fatto che la donna fosse libera di muoversi durante il "controllo", i giudici di legittimità rammentano che, ai fini del delitto di violenza privata, non è richiesta una minaccia verbale o esplicita, essendo sufficiente un qualsiasi comportamento o atteggiamento, sia verso il soggetto passivo sia verso altri, idoneo ad incutere timore e a suscitare la preoccupazione di subire un danno ingiusto, così che, mediante tale intimidazione, il soggetto passivo sia indotto a fare, tollerare od omettere qualcosa. 

Quindi, conclude la Corte, la sottoposizione a una perquisizione arbitraria e, per ciò, ingiustificata, di una persona, da parte di un soggetto privo di qualsiasi legittimazione, costituisce un fatto di violenza fisica che si esplica direttamente sulla vittima, avuto riguardo alle condizioni particolari e ambientali in cui la stessa venga a trovarsi e, quindi, si svolga il fatto, che siano idonee a eliminare e, comunque, a ridurre notevolmente nel soggetto passivo la capacità di determinarsi e di agire secondo la propria volontà.




Non può neppure essere accolta la richiesta di applicazione della non punibilità per particolare tenuità del fatto. I giudici evidenziano che, nel caso in esame, la particolare tenuità del fatto risulta non configurabile in ragione della stessa valutazione della sentenza impugnata, che, rigettando la richiesta difensiva di applicazione del minimo edittale, ha confermato la determinazione della pena base operata discostandosi dal minimo edittale, in tal senso espressamente considerando la gravità del fatto, definito "una pesante ingerenza nella sfera della intimità e della riservatezza della persona", in termini incompatibili con l'invocata causa di non punibilità.
Cass., V sez. pen., sent. 12591/2017
995





Fonte: Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
(www.StudioCataldi.it)

http://www.studiocataldi.it/articoli/ ... o-commerciale-e-reato.asp

Data invio: 18/3/2017 0:19
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Da Parma
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 241
Offline
Citazione:

la sottoposizione a una perquisizione arbitraria e, per ciò, ingiustificata, di una persona, da parte di un soggetto privo di qualsiasi legittimazione, costituisce un fatto di violenza fisica


A quanto pare, al giorno d'oggi ci sono ancora GPG che non hanno capito in cosa consiste il proprio lavoro o, quantomeno, non accettano di non rivestire la qualifica di "Pubblico Ufficiale"...

Data invio: 18/3/2017 8:05
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Guru
Iscritto il:
26/6/2007 17:03
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 2945
Offline
Non viene specificata la figura di chi ha commesso il reato sulla persona Ingiustamente PERQUISITA, una Guardia Particolare Giurata o portiere, VIGILANTES non è termine sicuramente usato dal giudici della cassazione ma da chi riporta in cronaca ( in malo modo) CMQ comportamento da censurare.

Data invio: 18/3/2017 21:12
_________________
L'Utopia mi spinge ad affermare che con persone giuste -al posto giusto- si potrebbero raggiungere miglioramenti delle problematiche nel Mondo...Tant'è ...Che Non è Così!
Io dico: la vita è una sola, la si deve rispettare!!
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Da Parma
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 241
Offline
Citazione:
Non viene specificata la figura


E' vero, spesso si generalizza o si usano dei termini non appropriati, ma in questo caso scrivere: "Vigilantes", "GPG", o "Incaricato di Pubblico Servizio", non avrebbe cambiato nulla.

Data invio: 18/3/2017 21:21
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Guru
Iscritto il:
26/6/2007 17:03
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 2945
Offline
Cmq non si capisce nella sentenza se è una G.p.g. o meno, ribadisco lla perquisizione non è da fare sulla persona in particolar modo.

Data invio: 18/3/2017 21:36
_________________
L'Utopia mi spinge ad affermare che con persone giuste -al posto giusto- si potrebbero raggiungere miglioramenti delle problematiche nel Mondo...Tant'è ...Che Non è Così!
Io dico: la vita è una sola, la si deve rispettare!!
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Perquisire la cliente al centro commerciale è reato
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
13/4/2009 11:13
Gruppo:
Utenti registrati
Donatori
Messaggi : 175
Offline
Non evidenzia una grande novita' questa sentenza...una gpg informata dovrebbe ben sapere che non puo' effettuare perquisizioni...il collega sta pagando cara la sua impreparazione.

Data invio: 20/3/2017 16:38
_________________
Arma : Meglio averla e non doverla usare che doverla usare e non averla
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate