Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi

(1) 2 3 4 »


2° TEMA:L'INDULTO
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21761
Offline
Legge 31 luglio 2006, n. 241
"Concessione di indulto"
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 176 del 31 luglio 2006
________________________________________

Art. 1.
1. E' concesso indulto, per tutti i reati commessi fino a tutto il 2 maggio 2006, nella misura non superiore a tre anni per le pene detentive e non superiore a 10.000 euro per quelle pecuniarie sole o congiunte a pene detentive. Non si applicano le esclusioni di cui all'ultimo comma dell'articolo 151 del codice penale.
2. L'indulto non si applica:
a) per i delitti previsti dai seguenti articoli del codice penale:
1) 270 (associazioni sovversive), primo comma;
2) 270-bis (associazioni con finalita' di terrorismo anche internazionale o di eversione dell'ordine democratico);
3) 270-quater (arruolamento con finalita' di terrorismo anche internazionale);
4) 270-quinquies (addestramento ad attivita' con finalita' di terrorismo anche internzionale);
5) 280 (attentato per finalita' terroristiche o di eversione);
6) 280-bis (atto di terrorismo con ordigni micidiali o esplosivi);
7) 285 (devastazione, saccheggio e strage);
8) 289-bis (sequestro di persona a scopo di terrorismo o di eversione);
9) 306 (banda armata); 10) 416, sesto comma (associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei delitti di cui agli articoli 600, 601 e 602 del codice penale); 11) 416-bis (associazione di tipo mafioso);
12) 422 (strage);
13) 600 (riduzione o mantenimento in schiavitu' o in servitu);
14) 600-bis (prostituzione minorile);
15) 600-ter (pornografia minorile), anche nell'ipotesi prevista dall'articolo 600-quater.1 del codice penale;
16) 600-quater (detenzione di materiale pornografico), anche nell'ipotesi prevista dall'articolo 600-quater.1 del codice penale, sempre che il delitto sia aggravato ai sensi del secondo comma del medesimo articolo 600-quater;
17) 600-quinquies (iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile);
18) 601 (tratta di persone);
19) 602 (acquisto e alienazione di schiavi);
20) 609-bis (violenza sessuale);
21) 609-quater (atti sessuali con minorenne);
22) 609-quinquies (corruzione di minorenne);
23) 609-octies (violenza sessuale di gruppo);
24) 630 (sequestro di persona a scopo di estorsione), commi primo, secondo e terzo;
25) 644 (usura);
26) 648-bis (riciclaggio), limitatamente all'ipotesi che la sostituzione riguardi denaro, beni o altre utilita' provenienti dal delitto di sequestro di persona a scopo di estorsione o dai delitti concernenti la produzione o il traffico di sostanze stupefacenti o psicotrope;
b) per i delitti riguardanti la produzione, il traffico e la detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, di cui all'articolo 73 del testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, e successive modificazioni, aggravati ai sensi dell'articolo 80, comma 1, lettera a), e comma 2, del medesimo testo unico, nonche' per il delitto di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope di cui all'articolo 74 del citato testo unico, in tutte le ipotesi previste dai commi 1, 4 e 5 del medesimo articolo 74;
c) per i reati per i quali ricorre la circostanza aggravante di cui all'articolo 1 del decreto-legge 15 dicembre 1979, n. 625, convertito, con modificazioni, da1la legge 6 febbraio 1980, n. 15, e successive modificazioni;
d) per i reati per i quali ricorre la circostanza aggravante di cui all'articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203, e successive modificazioni;
e) per i reati per i quali ricorre la circostanza aggravante di cui all'articolo 3 del decreto-legge 26 aprile 1993, n. 122, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 giugno 1993, n. 205.
3. Il beneficio dell'indulto e' revocato di diritto se chi ne ha usufruito commette, entro cinque anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, un delitto non colposo per il quale riporti condanna a pena detentiva non inferiore a due anni.
4. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Data invio: 12/3/2007 6:46
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21761
Offline
Da agosto, mese in cui è stata approvata la legge sull'indulto su 25.694 detenuti dimessi dal carcere è rientrato soltanto l'11%, ossia 2.855 persone.

Dallo studio in particolare è emerso che il numero dei soggetti che hanno usufruito del provvedimento nei mesi successivi ad agosto è diminuito progressivamente.
Infatti a settembre sono stati scarcerati 1.172 detenuti, a ottobre 789, a novembre 448, a dicembre 416, a gennaio 264 e infine nella prima metà di febbraio 129.
Ma c'è anche il dato dei rientri in carcere dei soggetti beneficiari del provvedimento che scontavano la pena in misura alternativa alla detenzione; questi ultimi sono stati 17.290, che sommati ai 25.694 detenuti usciti fanno 42.984 persone tornate in libertà.
Il provvedimento d'indulto ha riguardato per la grande maggioranza (l'80,22%) soggetti con un'età compresa tra i 25 e i 44 anni.
I più recidivi sono i giovani dai 18 ai 20 anni con una percentuale del 19,96%.
La maggior parte degli ex detenuti tornati in carcere dopo essere usciti con l'indulto, circa il 46,86%, è stato accusato di aver commesso reati contro il patrimonio.
Subito dopo si registrano soggetti rientrati in carcere per reati di droga (14,48%), contro la persona (10,14%), in violazione della legge sulle armi (7,55%), contro la fede pubblica (7,02%) e contro la pubblica amministrazione (4,54%).
Il numero maggiore di 'indultati' ha riguardato la Lombardia (3665 soggetti), la Campania (2893), la Sicilia (2664), e il Piemonte (2263).
Il numero piu' esiguo di scarcerati era stato in valle d'Aosta (150).

Data invio: 12/3/2007 6:48
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Matricola
Iscritto il:
26/1/2007 20:17
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 7
Offline
perchè le guardie giurate dovrebbero avere una posizione particolare sull'indulto?
Su altri temi riguardanti la categoria o il contratto sono d'accordo, ma l'indulto è una risposta politica dello stato che non riesce a fare i processi in tempo civile, che non sa dare una risposta diversa alla carcerazione a scelte individuali -tipo il consumo di stupefacenti - che pretende comunque di impedire, che riempie le carceri fino all'inverosimile sprecando un sacco di soldi che potrebbero essere investiti in prevenzione.
Non credo che questo argomentio abbia una attinenza particolare con il nostro lavoro ma che ci riguardi come cittadini uguali agli altri, visto che il nostro compito è la tutela della proprietà ma non quello del controllo sui comportamenti.
ciao a tutti
maurizio.

Data invio: 12/3/2007 8:53
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21761
Offline
E' semplicemente un tema di discussione.

Data invio: 12/3/2007 9:09
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1848
Offline
La concessione dell'Indulto, l'ho sempre considerata come un'ignobile resa dello Stato.
Infatti, una cosa è pensare seriamente di riabilitare chi ha commesso determinati reati (ritenuti non violenti contro la persona e non di banda armata) e un'altra è riversare questo grave problema nella stessa società che l'ha subito, senza fornirle mezzi, persone e programmazione di recupero.
E' stata solo un'operazione tipo "SALDI" per sbarazzarsi delle rimanenze e recuperare denaro, molto denaro...
Non è stata affatto un'azione commiserevole.
E' un problema che ha radici nel tempo e del quale parecchi governi l'hanno sempre sottovalutato e ora che si è reso insostenibile (sovrappopolazione in carceri fatiscenti) si crede di risolverlo con un semplice colpo di spugna!
Ignobile, perchè non si è resa giustizia a chi ha subito i vari reati: i colpevoli, dovevano scontare una pena certa e nello stesso tempo, si avrebbe dovuto instaurare un programma di recupero.
Ma i mali del sistema Italia sono intrecciati tra di loro e per risolvere solo uno, bisogna rivoltare tutti gli altri, purtroppo...
E' la solita politica del : tiremm innanz!!!

Data invio: 12/3/2007 9:28
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Matricola
Iscritto il:
26/1/2007 20:17
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 7
Offline
benissimo per la discussione, che tra l'altro ci aiuta a capire che tipo di mentalità va per la maggiore nella nostra categoria.

Secondo me l'indulto è una forma di risarcimento per gli sfigati senza soldi.
i ricchi hanno già la possibilità di pagarsi i migliori avvocati, quando non riescono a pagarsi direttamente i giudici, per cui anche quando non riescono a essere scagionati tra prescrizione e attenuanti in galera non ci finiscono mai.
Non ho mai creduto nella funzione rieducatrice della pena, preferisco pensare in termini di prevezione, per cui avrei preferito una amnistia.
Portando la pensione a 60 anni e facendomi lavorare 5 anni di più, calcolando una pensione da 800 € al mese, mi rubano qualcosa come 50.000 €.
E poi mi dovrei sentire sollevato perchè un tossico che mi ruba l'autoradio da 100€ si fa 4 anni invece che 2?
Inoltre non ho sentito tanta indignazione quando al processo di Porto Marghera per tutti quegli operai ammazzati hanno assolto i dirigenti per avvenuta prescrizione.
Due pesi e due misure?
cordialmente
maurizio

Data invio: 12/3/2007 21:08
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Primo della classe
Iscritto il:
29/1/2007 21:19
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 187
Offline
L'indulto riguarda anche noi GPG, infatti da quando c'è sono aumentati i crimini.
Non voglio parlare di politica ma ma voglio dire soltanto una cosa, che schifo !!!

Data invio: 13/3/2007 5:37
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 18:33
Da varese
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 1885
Offline
a noi gpg riguarda,e pure parecchio l'indulto.nell'ultimo periodo i furti e le rapine si sono moltiplicati. è inammissibile questa legge e come dice piero è uno schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Data invio: 14/3/2007 18:13
_________________
non e' la fame ma e' l'ignoranza che uccide


tutti bravi tutti buoni ma solo in tempo di elezioni tutti belli generosi narcisisti e un po’ mafiosi ( litfiba 2012 )

Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
1/2/2007 23:08
Da Treviso
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 570
Offline
Che bella iniziativa!!! E i risulati li guardiamo nei vari notiziari nazionali,complimenti..............

Data invio: 14/3/2007 18:38
_________________
Eravamo,siamo e resteremo carne da macello......
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: 2° TEMA:L'INDULTO
Esperto
Iscritto il:
27/2/2007 11:05
Da Milano EST
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 857
Offline
E' una delle più grosse boiate che potevano vìfare!!! nel mio paese un personaggio che era dentro, grazie all'indulto è uscito, in meno di un'ora ha ammazzato la ex moglie e poi si è costituito ai carabinieri che ovviamente lo hanno risbattuto dentro!!! e di stori simili ne vediamo tutti i giorni ai notiziari!! un saluto marco

Data invio: 14/3/2007 21:14
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva
(1) 2 3 4 »

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate