Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi

(1) 2 3 4 ... 9 »


Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Allievo
Iscritto il:
23/11/2007 21:48
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 78
Offline
E' un caso forse limite. Questa settimana, in servizio di piantonamento presso il pronto soccorso cittadino, intorno alle 22,40 giunge in ambulanza, ferito in seguito ad incidente stradale, un individuo. I sanitari del 118 dichiarano subito che egli è armato e la domanda nasce spontanea: come mai armato? Intanto la situazione non mi convince; eglii dicono che è un poliziotto, ma tutto pareva tranne che un poliziotto. Era senza divisa, trasandato, ubriaco marcio e mentre decidevo su cosa fare chiedevo ai paramedici se sul luogo dell'incidente fossero intervenute le forze dell'ordine. Egli rispondono di si, dicono che gli stessi stavano cercando quell'arma e che solo a metà tragitto si accorgono che l'aveva con sè il ferito (INCOMPETENTI!) A bordo dell'ambulanza non voleva consegnarla (e non si sono neanche degnati di avvisare nessuno). Ma giunto in pronto soccorso... adesso la gatta da pelare intanto è mia. Indosso i guanti in pelle e mentre i paramedici lo spostano dalla barella dell'ambulanza a quella dell'ospedale, il ferito, in posizione sdraiata, mette la mano sulla pistola che custodiva sul fianco, alla cintura dei pantaloni; intervengo, gli tengo stretto braccio e mano in cui teneva la pistola, intanto il fuggi fuggi, le urla di costui che mi intima di essere un poliziotto e di lasciarlo subito; intervengono coraggiosi gli infermeri del pronto soccorso in mio aiuto, anch'essi lo tengono stretto mentre gli parlano, cercano di calmarlo e convincerlo a mollare l'arma, continua a desistere ed intanto non potendolo mollare, non riesco quindi neanche a prendere il cellulare, gli strappo con decisione l'arma dalla mano e per fortuna ci sono riuscito, intanto lo rassicuro, egli non era cosciente di chi fossi io. Chiamate le forze dell'ordine e intervenute, consegno loro l'arma, mi guardano dal basso verso l'alto e dopo essersi resi conto delle condizioni del loro collega ed essersi informati sulle modalità dell'incidente, mi stringono la mano e si complimentano; mi fanno anche una confidenza, mi dicono di aver appreso che il loro collega era un recidivo ma mai era arrivato al punto di attentare alla vita altrui. Arriva anche un dirigente di Polizia, corrono voci che la persona in questione avrebbe avuto non poche grane, mi richiedono anche una relazione di servizio di cosa accaduto in quei interminabili pochi minuti; intanto mi interrogo:

- CIO' CHE HO FATTO, NON E' STATA UNA IMPRUDENZA?
- MA COSA ALTRO POTEVO FARE SUBITO?
- CIO' CHE HO FATTO NON E' DI COMPETENZA ESCUSIVA DELLE FORZE DELL'ORDINE?
Si nota da questo evento la necessità di una riforma, la necessità che in alcuni servizi, allo stato attuale, la GpG non hanno neanche ragione di esistere...

DITE LA VOSTRA....

Data invio: 21/11/2009 17:02
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
14/9/2007 16:19
Da Roma
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 259
Offline
I miei più vivi complimenti al collega per la prontezza, ed anche alle FF.OO. intervenute presso il pronto soccorso per essersi complimentate con il nostro collega ((forse xchè si sono vergognati del loro))

Data invio: 21/11/2009 18:52
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Esperto
Iscritto il:
31/10/2007 6:04
Da Cremona
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 1462
Offline
Bè che dire....intanto complimenti per tutto...benchè la situazione fosse abbastanza adrenalinica sei riuscito a
gestirla bene......allo stesso tempo mi chiedo.....ma come
mai sul luogo dell'incidente le FF.OO operanti non siano
riuscite a trovarla???semplicemente magari "toccandolo" con la scusa di aiutare un "collega"??come sapevano che si trattava di un poliziotto...per caso si era già qualificato?
ma soprattutto vista la situazione come mai nessuno di loro ha deciso di andare con i medici sull'ambulanza tenendolo d'occhio??(mi pare di capire che i medici fossero soli sull'ambulanza)se cosi' fosse...viste le condizioni dell'individuo...sia stata una grossa imprudenza averlo lasciato da solo con i medici.....infine sono d'accordo con
te riguardo ad una urgente riforma del settore.

Data invio: 21/11/2009 19:25
_________________
"L'albero della libertà va innaffiato di tanto in tanto del sangue dei patrioti e dei tiranni" (T.Jefferson)
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Guru
Iscritto il:
2/7/2009 21:19
Da Provincia di Novara
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 1706
Offline
Al di la della necessità di una riforma, che come già detto più volte nel forum sono fortemente pro-riforma e che quindi non posso fare altro che concordare con te su questa considerazione, complimenti per avere tenuto il sangue freddo in tale situazione a mio avviso ottimamente gestita da te (non posso dire altrettanto delle FF.OO in questione).
Le tue legittime domende secondo il mio punto di vista trovano risposta nell'eppellente necessità di disarmare il soggetto per non mettere a repentaglio l'incolumità dei presenti in pronto soccorso ( se da come ho capito era ubriaco marcio penso che in quel momento sia stato anche incapace di intendere a causa dei fumi dell'alcol quindi, poliziotto o no, in quel momento c'era una situazione di pericolo, avrei giustificato la scelta comportamentale anche se a fare quello che hai fatto tu fosse stato una qualunque altra persona anche non GpG ).

Data invio: 21/11/2009 20:13
_________________
vivi come se dovessi morire domani,pensa[/
b] come se non dovessi morire mai
[b]by AVVY
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Maestro
Iscritto il:
9/11/2009 0:36
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 258
Offline
Nulla da ridire sulla fermezza e determinazione della scelta di disarmare "ad' ogni costo" pur sapendo che si oltrepassano le Competenze. Tra' l' altro le Domande e relative "inopinabili puntuali" risposte alle domande che ci si puo' porre al caso, sono gia' brillantemente scritte nel Post. Attenzione pero' a non far partire nessun "colpo accidentale" se ricapita un caso analogo, o ci si trova in un gran "minestrone" di problemi.
Credo che i Paramedici avrebbero ottenuto il risultato con la prima occasione di Presidio Ospedaliero di P.S.
Complimenti per lo Zelo con cui hai condotto la situazione.

Data invio: 21/11/2009 20:53
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Guru
Iscritto il:
21/12/2007 13:07
Gruppo:
Utenti registrati
Utente Vip
Messaggi : 4497
Offline
Mi spiace essere il solito "guasta feste", ma stando a quanto hai raccontato, la situazione a mio parere andava gestita diversamente.

Il fatto appartiene a "quei soliti casi" dove se ti va bene per iniziativa ma non da meno per una buona dose di fortuna, gli addetti col sorriso a denti stretti ti stringono la mano: ma sui giornali difficilmente riporteranno che la gpg ha disarmato un poliziotto fradicio, vergognosamente sfuggito alla perquisizione dei colleghi;

quando invece, ti va male metti pure per una buona iniziativa accompagnata da tanta sfortuna, "vai al rogo" e l'indomani sarai sicuramente in prima pagina per aver tentato di disarmare senza titolo un poliziotto che con grande audacia non riconoscendoti ha difeso l'arma, che pure gli era stata lasciato dai colleghi per il suo ruolo di agente...

Non sussisteva l'emergenza assoluta e neppure hai chiesto lumi alla tua C.O. (che sicuramente ti avrebbe ordinato diversamente).

Se quel poliziotto, è stato tanto incoscente da fare tutto quello che ha fatto, poteva essere prevedibile al tentativo di disarmo, una sua reazione inconsulta, cui le sole capacità operative di una gpg non dovevano essere motivo di azione, a repentaglio pure del personale medico presente.

Infatti, non ti ha consegnato l'arma e l'esito è giunto a buon fine solo perché sono intervenuti altre persone che potevano (viste le armi di mezzo) non farlo.

La guardia doveva piantonare il malcapitato, allarmando le ff.oo. ed eventualmente reagire solo in caso di pericolo.

Questo più o meno quanto ti sarebbe stato contestato in Tribunale se qualcuno col tuo intervento si faceva male, oltre i titoli sui giornali e notiziari e naturalmente la perdita del lavoro.

Ora metti che nessuno interveniva o non riuscivate a fermarlo e quello sparava o semplicemente partiva il colpo e qualcuno si faceva male o ci "rimetteva le penne"... come ti saresti sentito e ti sarebbe forse frivolato (troppo tardi) che era megli attendere?

Data invio: 21/11/2009 20:59
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Maestro
Iscritto il:
9/11/2009 0:36
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 258
Offline
poteva finire in un "minestrone", confermo.

Data invio: 21/11/2009 21:15
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Allievo
Iscritto il:
23/11/2007 21:48
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 78
Offline
Adesso non posso e non voglio raccontare i retroscena più vergognosi e scandalosi di cui le FF.OO si svendono pur di mettere a tacere le cose quando si parla di essi, ma dall'altra parte spero si sia creato un precedente che porti onore al nostro operato. Ad oggi vorrei spiegazioni dalla polizia municipale intervenuta, che vorse per un senso di inferiorità non hanno espletato le procedure del caso e lo stesso penso per il 118. Rispondendo a Bafometto dico semplicemente che ho scelto la strada più rapida ed incisiva e non voglio pensare alle conseguenze che comunque sarei incorso anche per esser stato a guardare semplicemente avvisando, non potevo in pochi minuti pensare di più di quanto ho dovuto e il nostro mestiere è fatto anche da decisioni di responsabilità che molto spesso ci esulano dai nostri incarichi. Concordo sul fatto che mi sarei potuto trovare in mezzo ad una bella zuppa e per fortuna così non è stato e rimane il fatto che in certi servizi le GpG non dovrebbero neanche esistere e ciliegina sulla torta... il servizio di vigilanza presso il pronto soccorso in oggetto, è nato da un esigenza di sicurezza da quando il servizio del Posto Polizia è stato chiuso in orario 20.00/08.00. Lascio a voi i commenti....

Data invio: 21/11/2009 22:25
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Guru
Iscritto il:
21/12/2007 13:07
Gruppo:
Utenti registrati
Utente Vip
Messaggi : 4497
Offline
Citazione:

romeo78_s ha scritto:
[...]
Rispondendo a Bafometto dico semplicemente che ho scelto la strada più rapida ed incisiva e non voglio pensare alle conseguenze che comunque sarei incorso anche per esser stato a guardare semplicemente avvisando, non potevo in pochi minuti pensare di più di quanto ho dovuto e il nostro mestiere è fatto anche da decisioni di responsabilità che molto spesso ci esulano dai nostri incarichi.
[...]

Finché il soggetto se ne stava buono potevi startene a guardare (piantonandolo a vista) intervenendo solo in caso di pericolo reale. L'"avviso" come lo definisci tu, non implicava semplicemente la mera "nota", ma la necessità di conferma sull'operato e non da meno quella di immediato intervento degli addetti.

In poche parole: scaricare con responsabilità la patata. Dopodiché tutto era sotto controllo sia a livelo pratico: se nuoceva intervenivi in modo veramente incisivo (allora si, saresti stato giustificato a tutti gli effetti); morale: tutto quanto potevi era fatto con responsabilità; e infine giuridico: non avevi sottovalutato la questione e ti eri rimesso agli ordini dell'ivp e della questura.

In questo caso, il tipo era impossibilitato a fare del male a qualcuno (lo piantonavo da dietro lasciandolo lui sotto tiro e io no) e il disarmo sarebbe avvenuto (se non andava di matto...) tramite dovute forze in campo pertinenti per incarico, ruolo e numero.

Questa era la decisione immediata che il nostro mestiere richiede in situazioni anomale saper governare, evitando sempre di prendere iniziative che esulano dai nostri incarichi.

Tutto questo non per farti una critica personale, ma per dare la possibilità a chi legge di capire la corretta soluzione di una più che mai possibile questione, proposta in questo thread dalla tua testimonianza.

Data invio: 22/11/2009 3:53
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Quando è una GpG a disarmare un poliziotto....
Donatore GuardieInformate Moderatore
Iscritto il:
27/3/2007 19:13
Da Nell'isola che non c'e'
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 3900
Offline
Sposto questa discussione nella stanza "PIANTONAMETI" che a mio avviso e' la stanza piu' appriopriata.

Data invio: 22/11/2009 7:15
_________________
Il fine giustifica i mezzi.

Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva
(1) 2 3 4 ... 9 »

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate