Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Ccnl Vigilanza Privata e Sicurezza, ripreso il confronto: i punti discussi
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 1172
Offline
Il confronto per il Ccnl Vigilanza Privata e Servizi di Sicurezza è ripreso il 6 settembre ed è proseguito nella giornata successiva.

Nelle ore precedenti l’incontro, si è intrattenuto uno scambio epistolare con ANI Sicurezza che aveva, impropriamente, riproposto alle organizzazioni sindacali la richiesta di partecipazione alle trattative: abbiamo precisato che tale aspetto riguarda essenzialmente la compagine datoriale, residuando alle organizzazioni sindacali la mera presa d’atto della decisione che, in ogni caso, non potrebbe riguardare i contenuti di un confronto che si protrae ormai da 7 anni.

Nel merito del negoziato, le Associazioni Datoriali hanno espresso la disponibilità a migliorare la proposta economica già prospettata lo scorso 1 e 2 marzo, pur in un contesto economico divenuto più incerto per l’impatto sui costi aziendali derivanti dalla situazione generale; è stata ribadita l’esigenza di una durata del Ccnl superiore ai tre anni.

Relativamente al livello di ingresso per le GPG, è stata espressa la disponibilità alla riduzione da 48 a 36 mesi complessivi (18 mesi al 6° e 18 mesi al 5° livello), mentre per i Servizi di Sicurezza è stata proposta l’eliminazione del livello F dal 1.1.2023, con mantenimento di un livello di ingresso (ex livello E) per 18 mesi.

Infine, è stata posta la richiesta di rivisitazione al ribasso delle attuali maggiorazioni per i Servizi di Sicurezza.

Pur apprezzando la ripresa del confronto e alcuni avanzamenti nei contenuti, le distanze restano importanti sotto diversi profili.

Le organizzazioni sindacali hanno rimarcato l’esigenza imprescindibile che l’aumento salariale (nel suo valore a regime) e il montante retributivo complessivamente erogabile nella vigenza del Ccnl si attestino a livelli coerenti con la situazione generale e con il lunghissimo periodo di “vuoto” contrattuale del settore.

L’adeguamento del salario per le GPG deve tenere conto anche della rivalutazione delle indennità giornaliere e nei Servizi di Sicurezza occorre recuperare più rapidamente una condizione retributiva sostenibile.

Le Associazioni Datoriali, pur ribadendo la volontà di definire l’accordo in tempi brevi, hanno manifestato la necessità di una ulteriore valutazione al proprio interno e si è convenuto un nuovo incontro per il giorno 15 settembre 2022.

https://uiltucs.it/ccnl-vigilanza-priv ... nfronto-i-punti-discussi/

Data invio: 11/9 7:19
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate