Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi

« 1 (2)


Re: I vantaggi di un contratto indeterminato
Matricola
Iscritto il:
5/3/2020 10:54
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 24
Offline
Esempio: Appalto ente Regione Campania, l'ente ha sede principale a Napoli e gli uffici dove inviare unità dislocati nelle province (Napoli, Caserta, Salerno, Avellino, Benevento).
Si conteggiano solo le unità che svolgono il lavoro a Napoli che è la provincia dove fisicamente risiede l'ente o si calcolano anche le unità che lavorano per quell'appalto anche nelle altre province campane?

Data invio: 25/2 12:26
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: I vantaggi di un contratto indeterminato
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Da Parma
Gruppo:
Utenti registrati
Staff
Collaboratore
Messaggi : 1209
Offline
Nell'articolo, che riporto per intero di seguito, si parla solo di "provincia dell'appalto", non sono presenti altre informazioni.

"Art. 212 - Cambio di appalto: procedura di assunzione obbligatoria - Ogniqualvolta vi sia un cambio di
appalto che interessi almeno 10 (dieci) G.P.G. o l’8% (otto per cento) delle G.P.G. impiegate dall’Istituto uscente
CCNL per i Dipendenti degli Istituti e Aziende di Vigilanza Privata, Investigazioni e Servizi Fiduciari
134
nella Provincia dell’appalto, il subentrante dovrà assumere, con le procedure previste al presente Titolo che
seguono, almeno l’80% (ottanta per cento) del personale richiesto nell’appalto, con gli arrotondamenti all’unità
più vicina o, in caso di parità, all’unità superiore.
Il presente obbligo non si applica qualora l’Istituto subentrante abbia:
- avuto, nella Provincia interessata e nel semestre precedente all’acquisizione dell’appalto, una sospensione
collettiva dal lavoro con o senza ricorso all’integrazione salariale o con l’utilizzo obbligatorio di ferie
residue, per tempi complessivi almeno pari al 10% (dieci per cento) delle ore lavorabili dal personale diretto
impiegato nella stessa Provincia;
- o attivato le procedure di licenziamento per riduzione collettiva di personale;
- o avviato procedura concorsuale.
Parimenti, l’Istituto subentrante sarà esonerato dall’acquisizione del personale dell’Istituto uscente, qualora le
sue G.P.G. ne rifiutassero l’assunzione.
Resta inteso che, le proposte di assunzione di personale dell’Istituto uscente non potranno essere
complessivamente peggiori rispetto a quelle mediamente già praticate al personale dell’Istituto subentrante di
analoga mansione e anzianità di servizio."



Però Barron il CCNL applicato, in genere è questo, non quello dal quale hai preso l'articolo tu.

Data invio: 25/2 13:08
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: I vantaggi di un contratto indeterminato
Matricola
Iscritto il:
5/3/2020 10:54
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 24
Offline
È lo stesso art che ho postato io. Ho postato solo la prima parte che mi interessava riguardo le province.

Data invio: 25/2 13:46
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva
« 1 (2)

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

 IL VIGILANTE

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate