Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Misure anti Covid nelle banche, Fabi: "Assurdo avere tolto le guardie giurate"
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Da Parma
Gruppo:
Utenti registrati
Staff
Collaboratore
Messaggi : 967
Offline
Il sindacato ricorda che gli istituti di credito hanno applicato le norme per i contenimento del contagio e definisce "inaccettabile" l’abolizione di tante guardie giurate fuori dai locali“

In Sicilia attualmente si registrano in media cento nuovi contagi di Coronavirus al giorno. A risentirne, pesantemente, sono le attività produttive e di servizi, soprattutto quelle che comportano il contatto con il pubblico o la contemporanea presenza di numerosi lavoratori all’interno di locali più o meno ampi. Fra queste le banche che devono garantire la continuità dei servizi. "Il sindacato – afferma Gabriele Urzì Segretario Provinciale e Responsabile Salute e Sicurezza della Fabi Palermo - ha seguito costantemente l’evoluzione normativa connessa a ogni fase dell’emergenza Covid-19 e ha adeguato le misure di sicurezza del settore alla luce dei provvedimenti emanati dal Governo, per garantire la continuità dei servizi attraverso lo straordinario impegno e senso di responsabilità delle persone che lavorano in banca".
Urzì spiega che "l’Osservatorio provinciale sulla sicurezza della Fabi di Palermo, da marzo vigila anche sull’applicazione delle misure di prevenzione alle quali ormai lavoratori e clienti hanno dovuto rigidamente adeguarsi: distanziamento interpersonale, maggiore ricorso ai canali internet/mobile e ai bancomat, corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, rigoroso regolamento dell’accesso dei fornitori, pulizia e sanificazione degli ambienti e delle aree comuni, idonea manutenzione degli impianti di aerazione, mantenimento del ricevimento del pubblico per appuntamento, resenza alternata del personale nelle relative sedi di lavoro, divieto di assembramenti in entrata e uscita dai luoghi di lavoro e riduzione degli spostamenti all’interno degli stessi. Non dimentichiamoci che i lavoratori delle banche, anche con tutti gli accorgimenti e le limitazioni degli accessi nelle dipendenze e negli uffici, sono quotidianamente a contatto con il pubblico e a tal proposito, è inaccettabile l’abolizione di tante guardie giurate fuori dai locali che controllavano e regolamentavano l’afflusso delle clientela adempimento ora affidato impropriamente ai lavoratori con enormi disagi”.
Purtroppo a Palermo c’è un indice di contagiosità elevato e l’allerta deve essere massima, con la rilevazione dei primi casi anche fra i lavoratori bancari a Palermo e in Sicilia. "In tutte le aziende bancarie – continua Urzì – ci sono rigidi protocolli di sicurezza per circoscrivere ed individuare eventuali casi sospetti, ma fondamentale resta sempre la valutazione dei rischi e la sorveglianza sanitaria, l’utilizzo di mezzi diagnostici ritenuti utili al fine del contenimento della diffusione del virus e della salute dei lavoratori, l’individuazione dei soggetti con particolari situazioni di fragilità e il rigido rispetto delle norme per il reinserimento lavorativo di eventuali soggetti con pregressa infezione da Covid 19. E’ una guerra da combattere tutti insieme, nessuno escluso”.


https://www.palermotoday.it/cronaca/co ... ione-guardie-giurate.html

Data invio: 2/10 7:49
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate