Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Vigilanza sedi Provincia, l’appalto non convince: Trano scrive al ministro dell’Interno
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 1003
Offline
La Provincia di Latina ha assegnato un appalto per il servizio di portierato, del valore di quasi 37mila euro, a una società sprovvista di guardie giurate. Ritengo che sia una decisione in contrasto con tutte le norme e i regolamenti in materia. Con i soldi pubblici e con i dati sensibili non sono ammissibili leggerezze e per fare piena luce sulla vicenda ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese”. A dichiararlo è il deputato di Gaeta Raffaele Trano, componente della Commissione finanze alla Camera.

“La Provincia di Latina ha quattro sedi, di cui tre nel capoluogo pontino e una a Formia. Il 25 agosto scorso – spiega Trano – l’ente ha affidato il servizio di ‘custodia e portineria’ alla società Auxilia Net srl, per un importo di 36.706 euro più Iva, per una durata prorogabile di tre mesi, indicando come finalità del contratto quella di garantire la sicurezza delle sedi e degli ambienti di lavoro della Provincia. La società dovrà occuparsi del presidio degli accessi alle diverse sedi, della gestione dell’afflusso del personale, con identificazione e registrazione degli estranei, e quindi avrà compiti che il legislatore attribuisce esclusivamente alle guardie giurate, soprattutto se il lavoro deve essere svolto in un ufficio pubblico, come previsto dal DM n. 269/2010. Nello stesso vademecum operativo redatto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno si stabilisce per tali servizi l’obbligatorietà del ricorso a guardie giurate, individuando tra i siti per cui è obbligatorio il ricorso a guardie giurate anche le Province. Ma c’è pure la stessa Anac che, con la determinazione n. 9/2015 e la delibera 23 maggio 2018, censura l’affidamento di servizi di portierato o global service in luogo del servizio di vigilanza privata, nei casi in cui la disciplina di settore impone il ricorso a quest’ultimo servizio. Tutto questo a Latina a quanto pare è stato ignorato. Ho chiesto così al ministro Lamorgese se sia a conoscenza di quale orientamento legislativo o giurisprudenziale abbia consentito all’ente Provincia di Latina di continuare ad assegnare appalti in tema di portierato a società che utilizzano dipendenti sprovvisti della qualifica di ‘guardia giurata’ e se intenda verificare le licenze e le autorizzazioni in possesso della società aggiudicataria dell’appalto e le qualifiche del personale impiegato. Ho chiesto infine al ministro di disporre una verifica amministrativa generalizzata sugli enti pubblici obbligati a ricorrere al corpo delle guardie giurate quando i servizi oggetto dell’interrogazione non siano svolti direttamente dalle forze dell’ordine”.

https://www.h24notizie.com/2020/09/11/ ... -al-ministro-dellinterno/

Data invio: 12/9 2:53
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate