Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Coronavirus, 400 vigilantes senza stipendio da 7 mesi: "Lavorano anche senza mascherine"
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Da Parma
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 469
Offline
Il calvario dei dipendenti dell'istituto di vigilanza privata che ha rilevato la ex Sipro commissariata: "Da agosto nessuna retribuzione, è inaccettabile"“

Senza stipendio da sette mesi e al lavoro senza le mascherine necessarie per contrastare il contagio da Coronavirus. Prosegue il calvario dei lavoratori della Secur, istituto di vigilanza privata operativa su tutto il territorio nazionale. A Roma circa 400 i vigilantes rimasti senza salario dal mese di agosto.
A nulla sono servite le proteste dei lavoratori e dei sindacati: le famiglie degli uomini della Secur, che ha rilevato la ex Sipro commissariata, soffrono la crisi nonostante continuino a lavorare.
“E’una situazione assurda, inaccettabile: gli oltre 400 lavoratori dell’Isitituto di Vigilanza privata Secur presenti sul territorio non solo non percepiscono lo stipendio dallo scorso agosto, ma in questo momento drammatico mettono a repentaglio la loro salute svolgendo un servizio che è ritenuto essenziale senza essere dotati di mascherine. In tutto questo contesto – denunciano Filcams-CGIL di Roma e Lazio, Fisascat-CISL di Roma Capitale e Rieti e UilTucs Roma e Lazio - registriamo il silenzio assordante delle Istituzioni, che non ci danno alcuna risposta sul futuro di centinaia di persone, e dell’azienda, che a quanto ci risulta non ha organizzato piani di rientro per gli arretrati dei dipendenti”.
Da qui il sollecito a un intervento urgente da parte delle Istituzioni “su una situazione che sta superando ogni grado di immaginazione”.
“Chi vuole preservare il proprio lavoro è costretto a operare non soltanto senza retribuzione, ma anche senza i presidi necessari per la loro sicurezza, c’è chi invece si dimette per giusta causa a fronte di una situazione che sembra senza speranza, perdendo il proprio lavoro. Non è in alcun modo possibile che centinaia di persone – tuonano i sindacati - siano lasciate sole e senza diritti: continueremo a dirlo a gran voce e senza stancarci, finché non saremo ascoltati”

Fonte: https://www.romatoday.it/politica/coro ... o-e-senza-mascherine.html

Data invio: 24/3 11:10
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate