Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Aggredisce una donna nel parcheggio,poliziotto e vigilante fermano giovane extracomunitario
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 873
Offline
L’episodio increscioso si è verificato nel parcheggio dell’ospedale leccese. L’uomo aveva da poco ricevuto da un’associazione di volontariato vestiti invernali per affrontare i rigori dell’inverno.

Sono dovuti intervenire gli agenti di Polizia del Posto Fisso del Vito Fazzi insieme agli uomini della sicurezza della GGS, che si occupano del Servizio di Guardiania, per bloccare il giovane extracomunitario che, nei parcheggi del nosocomio leccese, si voleva appropriare della borsa di una donna che aveva appena accompagnato l’anziana madre per un’urgenza.

Obiettivo dell’uomo era quello di impossessarsi del denaro e del cellulare, ma ha dovuto fare i conti con la prontezza della malcapitata che ha gridato per chiedere aiuto e con la professionalità sia del poliziotto che della guardia giurata che hanno dapprima inseguito e poi immobilizzato il ladro in pochi istanti, dimostrando grande spirito di servizio.

Strano caso quello del giovane extracomunitario in questione che avrebbe dovuto nutrire sentimenti ben diversi visto il trattamento che aveva ricevuto poco prima. Infatti, presentatosi al Pronto Soccorso del Vito Fazzi nella serata di ieri era stato curato e tenuto in osservazione per tutta la notte. Al momento delle dimissioni poi, nella mattinata di oggi, non avendo vestiti adeguati per la stagione, poiché troppo leggeri, alcuni uomini di una nota associazione di volontariato gli avevano procurato l’abbigliamento più opportuno con capi pesanti in grado di rispondere all’ondata di freddo di queste ore.

Uscito dalla porta del Pronto Soccorso il suo primo gesto non è stato certo quello di ricambiare la gentilezza e la cortesia ricevute, bensì di provare ad aggredire e derubare una signora che si era recata in quel posto per accompagnare l’anziana madre.

Un gesto inspiegabile che non deve certamente essere preso come esempio per giudicare tutti coloro che si trovano nelle sue difficoltà e che cercano invece di ricambiare la generosità ricevuta. L’episodio deve essere inteso come il comportamento di un singolo soggetto che nulla ha capito del senso e dei valori che devono alimentare una comunità.

Gli sviluppi del caso
Nel pomeriggio l’uomo è stato identificato ed il suo nome è risultato essere quello di Mustafa Diabe, nato in Guinea, 20enne, senza fissa dimora, fermato la sera prima dalla Polizia mentre si aggirava con fare molesto all’interno della Stazione Ferroviaria di Lecce, dando in escandescenza. La vittima, una donna di 47 enne che aveva lamentato, a causa dell’aggressione, un dolore al polso destro, è stata dimessa dal personale medico del Vito Fazzi che le ha riscontrato un trauma distorsivo con prognosi di 7 giorni.

https://www.leccenews24.it/cronaca/agg ... ecce-24-novembre-2019.htm

Data invio: 26/11 7:04
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate