Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Trieste, sparatoria davanti alla Questura: uccisi due agenti | L'aggressore ha disarmato un poliziot
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1865
Offline
04 OTTOBRE 2019 18:47
Altri tre agenti sono rimasti feriti. Fermati entrambi gli aggressori che sono due fratelli.
Due agenti sono stati uccisi a Trieste in una sparatoria davanti alla Questura. Un uomo, presunto responsabile di una rapina, avrebbe esploso alcuni colpi contro i due agenti che erano a bordo di una volante, fuori dal palazzo della Questura. L'uomo fosse in compagnia di suo fratello, che è rimasto ferito. I due sono stati fermati.
Il rapinatore, stando ad alcune testimonianze, sarebbe andato in Questura accompagnato dal fratello. Per ragioni non ancora individuate uno oppure entrambi, avrebbero sfilato la pistola a uno o due agenti, sparando e ferendo due poliziotti, che sono morti poco dopo in ospedale. Altri agenti presenti avrebbero risposto al fuoco e ferito il fratello, che è stato portato in ospedale con una ambulanza.
Feriti altri tre agenti - I due agenti morti avevano circa 30 anni. Nella sparatoria sarebbero rimasti feriti altri tre agenti e uno dei due fratelli aggressori. Nessuno di questi quattro sarebbe in pericolo di vita.
Sindaco di Trieste dichiara lutto cittadino - Il sindaco di Trieste, Roberto Di Piazza, ha dichiarato il lutto cittadino in seguito all'uccisione di due agenti nella sparatoria davanti alla Questura.

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronac ... nti_9343986-201902a.shtml

Data invio: 4/10 18:51
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Trieste, sparatoria davanti alla Questura: uccisi due agenti | L'aggressore ha disarmato un poliziot
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1865
Offline
Aggiornamento.

04 OTTOBRE 2019 20:58
Trieste, fratelli dominicani portati in Questura per un furto: uno ruba un'arma, apre il fuoco e uccide due agenti
A sparare un 29enne con problemi psichici. Morti due poliziotti di 34 e 30 anni. In città arrivano il capo della polizia e il ministro dellʼInterno.
E' finito in tragedia l'arresto di due ladri di scooter a Trieste. Due 30enni, fratelli, sono stati condotti al commissariato centrale e quando uno dei due ha chiesto di andare in bagno ha aggredito un poliziotto, gli ha rubato l'arma e ha cominciato a sparare. Due poliziotti sono morti. Nel conflitto a fuoco sono rimasti feriti altri tre agenti e il fratello dello sparatore. Quest'ultimo è stato fermato dopo un inseguimento..
Il furto e l'arresto - A compiere il furto in mattinata era stato Alejandro Augusto Stephan Meran, di 29 anni, di nazionalità dominicana. Subito dopo il colpo, però, il giovane si pente e chiama il fratello, Carlysle Stephan Meran, di 32 anni, il quale avverte la polizia. Giungono sul posto una Volante con due agenti a bordo e un'auto della Squadra Mobile. I due fratelli salgono sulla prima vettura; l'altra li segue a distanza, un po' più indietro a causa del traffico. Un'operazione di routine, senza particolari difficoltà. I quattro a bordo della Volante entrano in Questura. E quel che segue sono fotogrammi di un film impazzito, una manciata di minuti che seminano il terrore e spezzano due vite.
Gli spari in Questura e il tentativo di fuga - Alejandro, affetto da difficoltà psichiche, chiede di andare in bagno. Gli agenti lo accompagnano, ma all'improvviso lui ingaggia una colluttazione: riesce a sfilare la pistola dalla fondina di un poliziotto e spara, probabilmente fino a scaricare completamente il caricatore. "Spari a bruciapelo", dirà la Questura nella ricostruzione. Un'azione fulminea che non ha lasciato ai poliziotti la possibilità di difendersi. A terra restano due agenti, mentre il fratello Carlysle fugge nei sotterranei della Questura, Alejandro Augusto tenta la fuga disperata: esce, ferisce un piantone, tenta di entrare in un'auto della stessa polizia. Ma fuori ci sono gli agenti della Mobile, che intanto era sopraggiunta, che sparano, lo feriscono e lo immobilizzano.
In un video diffuso dall'emittente locale Tele4 si vede il 29enne a terra all'esterno della Questura. L'uomo, ferito durante il tentativo di fuga, si rivolge al fratello e urla: "Vieni a prendermi... non voglio l'ambulanza... sto morendo".
I nomi degli agenti uccisi - Gli agenti uccisi si chiamano Pierluigi Rotta, agente scelto di 34 anni, e Matteo Demenego, agente 30enne. Rotta, originario di Pozzuoli (Napoli), era figlio di un poliziotto, attualmente in pensione, che ha lavorato a Napoli. Dolore e sgomento negli uffici della Questura di Napoli per la tragica morte del 34enne.
Sindaco di Trieste dichiara lutto cittadino - Il sindaco di Trieste, Roberto Di Piazza, ha dichiarato il lutto cittadino in seguito all'uccisione di due agenti nella sparatoria davanti alla Questura. Annullati anche tutti gli interventi politici dei governatori del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, del Veneto, Luca Zaia, del Piemonte, Alberto Cirio e della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti previsti in occasione dell'apertura della Festa regionale della Lega Fvg organizzata a Porcia (Pordenone). E' quanto si apprende dai vertici della Lega regionale. Tutte le attività di intrattenimento previste sono state annullate.
Il capo della polizia e il ministro dell'Interno a Trieste - Il capo della polizia, Franco Gabrielli, sta andando a Trieste. Attesa in città anche il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese.
Il cordoglio di Mattarella - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli, il seguente messaggio: "Ho appreso con profonda tristezza la notizia della barbara uccisione dell’agente scelto Matteo De Menego e dell’agente Pierluigi Rotta, feriti mortalmente presso la Questura di Trieste mentre erano impegnati in una operazione di servizio. In questa dolorosa circostanza, desidero esprimere a lei ed alla Polizia di Stato la mia solidale vicinanza, rinnovando i sentimenti di considerazione e riconoscenza per il quotidiano impegno degli operatori della Polizia al servizio dei cittadini. La prego di far pervenire ai familiari degli agenti le espressioni della mia commossa partecipazione al loro dolore".


https://www.tgcom24.mediaset.it/cronac ... nti_9343986-201902a.shtml

Data invio: 4/10 21:12
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate