Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Gorizia, arrivano i vigilantes armati: quali sono i loro compiti
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 849
Offline
Gorizia, arrivano i vigilantes armati: quali sono i loro compiti e quali aree perlustreranno, la battaglia contro lo spaccio di stupefacenti.

Arrivano a Gorizia i vigilantes armati. Il loro debutto è stato nei giorni scorsi e ne dà notizia il quotidiano di Trieste ‘Il Piccolo’. A quanto pare, si occuperanno in via prioritaria dei parchi cittadini. A loro in particolare viene affidato il parco municipale, insieme ai Giardini pubblici e all’area verde della Valletta del Corno. Obiettivo del loro apporto è stroncare eventuali episodi di piccolo spaccio, che avvengono in quelle zone.

I compiti dei vigilantes armati a Gorizia
Ad accompagnare i vigilantes armati in un primo giro ricognitivo sono stati i vigili urbani del capoluogo di provincia friulano. “L’approccio sarà friendly. Non c’è bisogno di Rambo”, viene spiegato dai diretti interessati, sebbene comunque questo non contribuisca ad attenuare le polemiche riguardo la scelta di affidarsi a sorveglianti privati.


Quella della vigilanza privata è una tendenza che a Gorizia e nell’intero isonzino sta prendendo sempre più piede. Si parla di numeri importanti e in continua crescita. Addirittura, i contratti sarebbero saliti del 40%. Quello che però è al centro delle polemiche riguarda il fatto che in questo caso non sono i privati cittadini a rivolgersi ai vigilantes, ma le amministrazioni.

https://www.google.com/amp/s/www.viagg ... antes-armati-compiti/amp/

Data invio: 21/9 1:42
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Gorizia, arrivano i vigilantes armati: quali sono i loro compiti
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1867
Offline
Non ditemi che questi servizi non sono di ordine pubblico!
___"Obiettivo del loro apporto è stroncare eventuali episodi di piccolo spaccio, che avvengono in quelle zone."___
E' troppo facile scaricarci tali mansioni senza una adeguata "formazione" sapendo che prima o poi, ci saranno situazioni difficili da gestire: lo spaccio ha aspetti violenti e rischiosi per chi ha il compito di contrastarlo.
Ma ancora di più è la mancanza assoluta di "equità" operativa rispetto alle ff.oo. almeno durante tali servizi, mi spiego: se non abbiamo una copertura giuridica adeguata e uno standard tecnico/operativo dello stesso livello: il gioco non vale la candela!
Sappiamo benissimo che le ff.oo., sono forze istituzionali e hanno compiti specifici ma noi, durante quei particolari servizi rischiamo la nostra vita anche più di loro ed essendo "IBRIDI" non sappiamo come agire e soprattutto abbiamo paura di farlo, sapendo che le conseguenze sarebbero sempre a nostro sfavore anche se fatte bene.
Un esempio lampante sono i delicati servizi da loro dismessi come scorte, piantonamenti vari negli enti della P. A., nei tribunali e negli ospedali.
Bisogna lavorare senza avere nessun dubbio sulla procedura d'adottare nei casi d'emergenza, altrimenti, non si ha neanche il tempo di capire il perché si sbaglia o peggio, perché si muore.

Data invio: 21/9 11:38
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate