Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Banditi sparano colpi di Kalashnikov ai vigilantes del portavalori a Casalini
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 769
Offline
Banditi sparano colpi di Kalashnikov ai vigilantes del portavalori a Casalini, provincia di Brindisi

Rapina al portavalori: ritrovati i Kalashnikov e il furgoncino Doblò
Esplosi almeno 10 colpi: tre persone con passamontagna e tute bianche hanno atteso il blindato davanti all'ufficio postale di Casalini, frazione di Cisterino. Sono fuggite con un Fiat Doblò. Bottino pari a 31mila euro


di Stefania De Cristofaro

CISTERNINO - In una contrada nelle campagne di Ostuni sono stati ritrovati nel pomeriggio sia il furgoncino Fiat Doblò che i Kalashnikov utilizzati dai banditi che stamattina (lunedì 13 maggio) hanno assaltalto l'ufficio postale di Casalini, frazione di Cisternino, esplodendo almeno dieci colpi per immobilizzare due guardie giurate dell'istituto di vigilanza Cosmopol, a una delle quali è stato sottratto un plico contenente 31mila euro in banconote.


L'assalto
Non ci sono stati feriti, fortunatamente. Sono sotto shock i due vigilantes dell'istituto Cosmopol che questa mattina, attorno alle 10,40, avrebbero dovuto consegnare il denaro contante alla filiale delle poste. Erano partiti da Lecce. Appena sono arrivati nei pressi della sede, sono stati bloccati da tre banditi: avevano passamontagna per coprire il viso e indossavano tute bianche. Probabilmente anche guanti.


Stando alla primissima ricostruzione, uno dei tre non ha esitato a usare il Kalashnikov. E ha esploso diversi colpi in sequenza, sino a quando il complice non è riuscito a entrare in possesso del denaro. Il terzo è rimasto alla guida del Doblò con il motore acceso. Altri colpi sarebbero stati sparati dopo, per guadagnare la via di fuga. I carabinieri sono arrivati a stretto giro: è stato attivato il piano di allarme con richiesta di un elicottero per sorvolare la provincia e sono stati organizzati una serie di posti di blocco.

I due vigilantes, uno di San Vito dei Normanni, l'altro di Lecce, sono stati trasportati presso l'ospedale civico di Ostuni a scopo precauzionale.

Le testimonianze
I militari hanno già ascoltato i due vigilantes per raccogliere elementi utili alle indagini. Contestualmente è stata disposta l'acquisizione delle immagini registrate dalle telecamere presenti nella zona.



Potrebbe interessarti: https://www.brindisireport.it/cronaca/ ... toria-13-maggio-2019.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BrindisiReportit/129694710394849

Data invio: 14/5 1:50
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate