Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Assalto al portavalori: mezzi a fuoco e spari sul Raccordo
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da TORINO
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 670
Offline
All'altezza dello svincolo di Serino
Serino.

di Simonetta Ieppariello



Aggiornamento ore 10,50: Far west sul Raccordo Salerno-Avellino dove è stato tentato un assalto ad un portavalori di una società di vigilanza privata. Una banda composta da 20 persone è entrata in azione all'altezza dello svincolo di Serino. I malviventi avrebbero utilizzato bombe carta per bloccare la marcia di due mezzi blindati. Un assalto spietato, portato avanti in rapida sequenza. Il raccordo è completamente bloccato in entrmbi i sensi di marcia. Dense colonne di fumo si sono innalzate dalla carreggiata Nord. Panico tra gli automobilisti che hanno assistito impietriti al far west, con tanto di sparatoria.

La dinamica.
I malviventi hanno bloccato un camion che trasportava carburanti intimando all’autista di piazzarlo di traverso sulla carreggiata. Questa la prima mossa per creare il perimetro di azione. Per caso si è trovata a transitare una pattuglia della Polstrada. Si è innescato un conflitto a fuoco. Poi la fuga dei banditi contromano, alcuni a piedi altri hanno rubato l'auto ad una signora che era ferma del traffico. I presenti parlano di potenti deflagrazioni.

Lunghe code, veicoli date alle fiamme per impedire i soccorsi e attimi di terrore sul raccordo. Questo lo scenario. Un inferno per chi ha avuto la malasorte di trovarsi a transitare in quei drammatici momenti. Il colpo non è andato a buon fine per il commando, che è stato colto di sorpresa dalla polizia. Il commando avrebbe anche utilizzato un escavatore per tentare di scardinare le lamiere dei due furgoni dell’istituto di vigilanza Cosmopol presi di mira



Intanto prosegue la caccia ai malviventi Si è innalzato anche un elicottero della Polizia di Stato per individuare la posizione dei malviventi. Sul posto dell’assalto si è recato anche il Procuratore della Repubblica di Avellino Rosario Cantelmo. Bloccate entrambe le carreggiate, sia in direzione Salerno che Avellino. Sul posto sono confluti molti mezzi di soccorso e forze dell'ordine. E' caccia alla banda.

Ore 9,45: Assalto al portavalori sul Raccordo Salerno-Avellino, traffico paralizzato e paura all’altezza di Serino. Mezzi dati alle fiamme e scene da far west lungo l'arteria che è stata letteralmente paralizzata. I banditi sono entrati in azione stamattina a fermarli il passaggio casuale dei poliziotti della Polstrada, con cui si sarebbe innescato un conflitto a fuoco.

Per bloccare eventuali arrivi delle forze dell'ordine i malviventi hanno dato fuoco a dei mezzi, così da bloccare i soccorsi e paralizzare la circolazione. I vigili del fuoco sono arrivati a sirene spiegate dal senso opposto di marcia del raccordo che attraversa la valle dell'Irno, per poter spegnere l'incendio. Sono confluiti sia carabinieri che agenti della polstrada sul posto. E' caccia ai banditi in fuga. Da accertare al dinamica dell'assalto. Ma proprio mentre era in atto la rapina, nelle vicinanze si trovava una pattuglia della Polstrada. Una volta sul posto, gli agenti hanno ingaggiato un conflitto a fuoco con i malviventi fuggiti contromano a bordo di un auto rubata ad una signora bloccata nel traffico.



Lunghe code, veicoli date alle fiamme e attimi di terrore. Non si sa ancora se il colpo sia andato a buon fine per il commando colto di sorpresa dalla polizia.

Un preciso piano criminale quello messo in atto. Scena da far west sulla carreggiata tra spari e incendi. Gli automobilisti che si sono trovati presenti a pochi metri dall’assalto sono rimasti scioccati dalla rapida sequenza di esecuzione. Una primissima ricostruzione del piano fornisce un quadro complessivo di azione che sarebbe stato realizzato da una banda altamente specializzata.

C’è stato il blocco dei mezzi e l'entrata in azione della banda esattamente all’altezza dello svincolo per il serinese. Un piano studiato a tavolino nei minimi dettagli, di certo non frutto dell'improvvisazione. In questo modo i banditi sono riusciti a darsi alla fuga rapidamente per i percorsi alternativi che collegano i vari comuni della Valle dell’Irno. Non è la prima volta che si mette a segno un colpo sul raccordo. Negli ultimi mesi più assalti in zona.

I precedenti
Una tentata rapina venne messa in atto ad aprile del 2017. Successe all'alba in direzione sud. In azione malviventi a volto coperto che, alla fine della galleria di Solofra, si erano lanciati all'assalto del mezzo di una azienda di guardiania privata. I banditi avevano sistemato chiodi sull'asfalto del traforo, per tentare di bloccare il mezzo. Almeno trenta le auto che bucarono mentre erano in marcia lungo il raccordo. Tutto avvenne in pochi minuti all'uscita della galleria Montepergola. Il furgone era diretto nel comune della concia e aveva già segnalato la svolta. I banditi si erano avvicinati almeno con due vetture, per tentare di bloccare il mezzo. Tutto inutile, grazie alla destrezza dei vigilantes il colpo non venne messo a segno.
I banditi erano incappucciati e con armi da guerra, tra queste anche fucili Ak 47 kalashnikov, avevano speronato e costretto a fermarsi l'auto della Cosmopol che, in direzione Salerno, precedeva il blindato della stessa società irpina.
Nella fuga, i malviventi avevano sparato colpi all'impazzata anche contro il blindato che nel frattempo era sopraggiunto.

Solo pochi mesi prima c'era stato un altro colpo, sempre sul Raccordo. Era il venti febbraio.

Banditi armati in quell'occasione misero a segno un vero e proprio assalto, con spari e minacce contro il mezzo all'altezza del chilometro 11. In tre hanno messo a segno la rapina, intorno alle ore 8.30, assaltando all'altezza dell'uscita di Fisciano.

I banditi, incappucciati e con armi da guerra, tra queste anche fucili Ak 47 kalashnikov, in quell'occasione speronarono il mezzo e lo costrinsero a fermarsi, in direzione Salerno. Due i mezzi della società di vigilanza privata che dovevano depositare denaro in contante presso uffici postali della provincia di Salerno.

Servirono tre ore di blocco del traffico per consentire soccorsi e rilievi tra il panico collettivo degli automobilisti che si trovarono bloccati sull'arteria. Insomma, un raccordo scelto con abile criterio da banditi spietati che riescono, grazie agli svincoli a servizio a guadagnare con faciltà comode vie di fuga tra strade e percorsi interpoderali della valle dell'Irno. Un dedalo intricato di strade che salgono di quota o che scendono in direzione Salerno, garantendo percorsi efficaci di salvezza per i malviventi.

https://www.ottopagine.it/av/cronaca/1 ... zzi-a-fuoco-e-paura.shtml

Data invio: 4/12 12:09
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Assalto al portavalori: mezzi a fuoco e spari sul Raccordo
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1751
Offline
Il trasporto rispettava questa normativa?
C'era la scorta?


ALLEGATO D

REQUISITI OPERATIVI MINIMI DEGLI ISTITUTI DI VIGILANZA E REGOLE TECNICHE DEI SERVIZI
(Art. 257, commi 3 e 4 del Regolamento di esecuzione)
Sezione I^
1. DISPOSIZIONI GENERALI RIGUARDANTI L'ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI E
L'IMPIEGO DELLE GUARDIEGIURATE

- Trasporto valori per somme da Euro 3.000.000,00 e fino a Euro
8.000.000,00
Tale servizio, ammissibile solo per i trasporti relativi alla Banca d'Italia e caveau/caveau, deve essere specificamente autorizzato dal Questore della provincia nella quale l'Istituto ha la sede principale sentiti i Questori delle altre Province interessate.
Le operazioni di carico e scarico dei valori devono avvenire esclusivamente in ambiti protetti (caveau).
Il servizio sara' effettuato con le modalita' previste al punto precedente con in aggiunta un furgone blindato di scorta, conforme alle disposizioni dell'allegato IV del Decreto interministeriale n. 332/1998, con efficiente sistema di collegamento con la Centrale
Operativa dell'Istituto, invio automatico del segnale d'allarme, localizzazione satellitare GPS, con a bordo due guardie particolari
giurate, dotate di giubbotti antiproiettile.
Il mezzo di scorta dovra' tenere costantemente sotto controllo e senza perderlo mai di vista il mezzo che trasporta i valori.
Laddove, per particolari e comprovate esigenze, si renda necessario aumentare il massimale trasportato oltre gli 8.000.000,00 di euro, le relative autorizzazioni saranno rilasciate direttamente dal Questore
della provincia nella quale l'istituto ha sede, sentiti i Questori delle province interessate dal trasporto.
- Trasporto valori per somme da Euro 3.000.000,00 e fino a Euro
8.000.000,00
Tale servizio, ammissibile solo per i trasporti relativi alla Banca d'Italia e caveau/caveau, deve essere specificamente autorizzato dal
Questore della provincia nella quale l'Istituto ha la sede principale sentiti i Questori delle altre Province interessate.
Le operazioni di carico e scarico dei valori devono avvenire esclusivamente in ambiti protetti (caveau).
Il servizio sara' effettuato con le modalita' previste al punto precedente con in aggiunta un furgone blindato di scorta, conforme alle disposizioni dell'allegato IV del Decreto interministeriale n. 332/1998, con efficiente sistema di collegamento con la Centrale Operativa dell'Istituto, invio automatico del segnale d'allarme, localizzazione satellitare GPS, con a bordo due guardie particolari giurate, dotate di giubbotti antiproiettile.
Il mezzo di scorta dovra' tenere costantemente sotto controllo e senza perderlo mai di vista il mezzo che trasporta i valori.
Laddove, per particolari e comprovate esigenze, si renda necessario aumentare il massimale trasportato oltre gli 8.000.000,00 di euro, le relative autorizzazioni saranno rilasciate direttamente dal Questore della provincia nella quale l'istituto ha sede, sentiti i Questori delle province interessate dal trasporto.

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/ ... =1&art.flagTipoArticolo=4

Data invio: 4/12 15:35
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate