Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Più guardie giurate per tutti, ora Fugatti vuole quelle sui treni
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da TORINO
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 670
Offline
Più guardie giurate per tutti, ora Fugatti vuole quelle sui treni. I sindacati avevano detto l'opposto: ''Prendiamo atto della militarizzazione''
Dopo l'incontro di giovedì (dove le parti sociali avevano espressamente detto ''no'' ai vigilantes) la Giunta ha deciso. Sì alla blindatura dei mezzi e ai sistemi di video-sorveglianza e arrivano anche gli spray anti-aggressione per gli autisti. Fugatti: "Più sicurezza per chi viaggia e per chi lavora"

Di Luca Andreazza


TRENTO. "Chi viaggia e chi lavora sui mezzi di trasporto pubblici deve sentirsi al sicuro", queste le parole di Maurizio Fugatti, presidente della Provincia di Trento, e allora via libera alle guardie giurate sui treni più caldi della Valsugana, ma anche alla Trento-Malè. Una disposizione, non ancora ufficiale, nonostante la contrarietà dei sindacati manifestata nell'incontro di giovedì 28 novembre (Qui articolo). A questo si aggiunge anche la dotazione di spray anti-aggressione, che sarà fornito a capitreno e autisti.



Va dato atto che in 24 ore il governatore abbiamo già delineato come procedere, ma non totalmente nella direzione auspicata dai sindacati, almeno non quella parte che riguarda le guardie giurate. "Non possiamo far altro che prendere atto di questa scelta - dice Stefano Montani, segretario della Filt del Trentino - anche se la nostra richiesta resta quella di coinvolgere maggiormente la polizia ferroviaria. Non è necessario militarizzare le ferrovie, quando sono soprattutto le ultime corse della tratta Trento-Bassano quelle da presidiare, oltre alla Trento-Malè dove probabilmente sarebbe sufficiente installare un tornello".



Nel capitolo delle guardie giurate rientra anche un piano particolare per quanto riguarda la città di Trento. Se è vero che il sindaco Alessandro Andreatta ha detto che non ci si deve concentrare esclusivamente sull'area della chiesa di Santa Maria Maggiore perché altre zone sono da attenzionare (Qui articolo), il governatore si è mostrato aperto, disposto a fare un ragionamento. La deadline indicata al Comune di Trento per fornire una mappatura delle eventuali criticità è fissata per sabato 15 dicembre.


Si ritorna al trasporto pubblico. Tutte le indicazioni proposte dai sindacati tra autobus e treni sembrano essere state accolte. "Quella della sicurezza è tra i temi più urgenti da affrontare - commenta il presidente - riteniamo necessario mettere in campo alcuni strumenti che permettano di offrire un servizio più efficiente in grado di garantire anche maggiore serenità a chi viaggia e lavora sui mezzi pubblici".

Tra le misure previste dalla Giunta, ecco la "blindatura" della cabina di guida per gli autobus urbani, la dotazione di impianti di videosorveglianza per almeno 170 bus e su almeno 20 mezzi extraurbani, operanti sulle linee considerate più sensibili.

Il completamento delle operazioni tecnologiche per disporre di un sistema di geolocalizzazione dei bus più innovativo e sostitutivo del sistema esistente, l’attivazione del "pulsante silenzioso" a disposizione dell'autista per le situazioni di emergenza, collegato alle forze dell'ordine.


Non è tutto. Si prevede di migliorare la qualità del servizio attraverso il processo di svecchiamento del parco autobus, che conta oggi 460 mezzi per l'extraurbano e 230 per quello urbano. L'obiettivo è garantire l'attestamento dell'età media sotto i 10 anni e l'incremento della flotta extraurbana a 500 bus per migliorare il collegamento tra città e valli. In arrivo, a questo proposito, un bando di gara.



"Le misure quali le blindature - conclude Montani - il gps e il pulsante silenzioso sono accolte assolutamente in modo favorevole. Restiamo perplessi per quanto riguarda le guardie giurate, ma pensiamo che questo tema possa essere rivisto e approfondito in modo diverso. Le altre partite importanti sono il recupero della concessione per arrivare a regime nel 2024 e lo sblocco della contrattazione collettiva".

https://www.ildolomiti.it/cronaca/2018 ... o-della-militarizzazione#

Data invio: 1/12 11:16
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate