Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Guardie giurate, l'Ugl dal Prefetto: "I servizi di controllo siano svolti sempre in coppia"
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da TORINO
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 571
Offline
L'incontro s'è concluso con la rassicurazione del prefetto di Forlì Fulvio Rocco de Marinis che i contenuti dell'incontro verranno trasmessi al ministero dell'Interno all'interno di una lettera ufficiale, affinché venga informato della richiesta dell'Ugl“

Il segretario generale Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna, Filippo Lo Giudice, ha incontrato mercoledì il prefetto di Forlì , Fulvio Rocco de Marinis, e il vice questore vicario della Questura di Forlì-Cesena, Giuseppe Simonelli, per discutere l’istanza portata avanti dal sindacato di modificare il cosiddetto decreto Maroni che regola le funzioni del comparto delle guardie giurate nei servizi di allarme e di trasporto contanti fino a 100mila euro. “I servizi di ispezione esterna e/o interna diurna o notturna ad uno o più obiettivi sensibili, ed i servizi di allarme, così come di trasporto valori con somme inferiori ai 100mila euro, a nostro parere dovrebbero essere sempre svolti da non meno di due guardie giurate armate. Per fronteggiare al meglio agguati, aggressioni e intimidazioni. Mentre adesso, secondo gli standard di legge, basta un solo uomo per un intervento su allarme e ronda ispettiva”, ha ricordato il segretario Filippo Lo Giudice.


Su questa tematica prefetto e vice questore vicario hanno ricordato il prevalere della legge nazionale ed anche il fatto che i regolamenti di servizio sull'utilizzo delle guardie giurate vengono elaborati dagli stessi Istituti di vigilanza privata e poi ratificati dall'autorità.La deroga, come è accaduto ad Avellino, viene concessa in casi di acclarata criticità nell'ordine pubblico e in casi di elevata pericolosità del territorio dove vengono svolti i servizi delle guardie giurate. Da parte sua il segretario generale Ugl Lo Giudice ha ribadito che "anche in ambito parlamentare verrà posto il problema e che il sindacato ha comunque il compito di tutelare in primis la sicurezza dei lavoratori che in questo comparto si sentono sempre più spesso nel mirino della micro e macrocriminalità". L'incontro s'è concluso con la rassicurazione del prefetto di Forlì Fulvio Rocco de Marinis che i contenuti dell'incontro verranno trasmessi al ministero dell'Interno all'interno di una lettera ufficiale, affinché venga informato della richiesta dell'Ugl.

Potrebbe interessarti: http://www.forlitoday.it/cronaca/guar ... lti-sempre-in-coppia.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/ForliToday/153595958049491

Data invio: 12/4 2:32
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate