Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Il sindacalista: «Spaccate? In centro servirebbero più passaggi»
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da TORINO
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 637
Offline
di Alessandro Montanari
Vigilantes, il sindacalista: «Spaccate? In centro servirebbero più passaggi»
Lo Giudice (Ugl) conosce il mondo delle 500 guardie giurate in servizio in provincia, scettico sui gruppi Whatsapp: «Meglio affidarsi a professionisti». E insiste sul doppio agente in pattuglia: «Si sarebbe salvato Chianese a Savio»

«Nel 2018 non è pensabile che le guardie giurate debbano ancora lavorare da sole, per questo stiamo facendo pressioni per cambiare la legge». A parlare è Filippo Lo Giudice, uno dei sindacalisti più attivi sul territorio per quanto riguarda la vigilanza privata. Da 17 anni guardia giurata, Lo Giudice è il responsabile regionale del settore per l’Ugl. Conosce bene la realtà ravennate dove si è consumato l’omicidio di Salvatore Chianese, guardia giurata uccisa in una cava a Savio alla fine del 2015. «Da allora le aziende sono state disponibili e hanno accettato la nostra richiesta di un doppio pattugliamento quando si va in luoghi come quello. Se fosse stato con un collega, Chianese poteva salvarsi».

Il mondo della vigilanza privata a Ravenna si articola in circa 500 dipendenti divisi in una manciata di istituti. «In media ci sono cento guardie giurate per ditta». Per diventare guardia giurata non serve un titolo particolare: è l’azienda che prepara i dipendenti facendo loro frequentare un corso che rilascia l’attestato. «Servirebbero però altri corsi anche dopo l’assunzione: è uno dei temi per il quale ci stiamo battendo».

C’è scetticismo sulle iniziative volontarie dei cittadini tra telefonini e chat: «Credo sia meglio affidarsi a professionisti». Dal 2013 a Ravenna è in vigore un protocollo di intesa con le forze dell’ordine: si chiama “mille occhi sulla città” e prevede una collaborazione stretta tra forza pubblica e servizi privati. Lo Giudice avrebbe anche la ricetta per evitare casi come la scia di furti in centro storico: «Andrebbero intensificati i passaggi: anche se non è la polizia, la guardia giurata fa da deterrente».

Bisogna però fare i conti con le risorse economiche delle aziende e con un contratto che è scaduto dal 2015. «Aspettiamo ancora il rinnovo». La legge del settore non impone il doppio vigilante, anche se – come detto – qualche ditta sta facendo delle aperture. Ci sono però anche casi di abusi: «So di persone che lavorano 13 ore, il mio appello è di rivolgersi al sindacato in questo caso».

Lo Giudice non si è mai trovato in situazione difficili che, tuttavia, non sono mancate ai suoi colleghi: cita come esempio gli assalti a furgoni portavalori in strada. Pure in questo caso aiuterebbe un aumento del numero delle guardie: «Sotto un certo quantitativo di denaro, è previsto che ci siano solo due persone. Io credo ne servano sempre tre: uno guida, uno fa le operazioni di carico e scarico e un terzo guarda le spalle». Questioni di numeri che salvano la vita.

https://www.ravennaedintorni.it/societ ... rezza-ravenna-vigilantes/

Data invio: 10/2 20:58
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Il sindacalista: «Spaccate? In centro servirebbero più passaggi»
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1735
Offline
___Il mondo della vigilanza privata a Ravenna si articola in circa 500 dipendenti divisi in una manciata di istituti. «In media ci sono cento guardie giurate per ditta».___

Sinceramente mi sembrano un pò troppe!

Data invio: 10/2 23:04
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Il sindacalista: «Spaccate? In centro servirebbero più passaggi»
Allievo
Iscritto il:
15/9/2016 23:59
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 100
Offline
Giusta la chiusa dell’articolo: “questioni di numeri che salvano la vita”. Mi rendo ben conto che una seconda gpg in pattuglia rappresenti un costo per un IVP, che essendo un azienda privata debba fare guadagni, ma raddoppiare le gpg in pattuglia può voler dire salvaguardarne l’incolumità, e la vita.

Data invio: 11/2 9:55
_________________
Quando cala la notte la nostra guardia ha inizio.
Non ci son feste ne famiglia c’é solo il servizio.
La guardia giurata continua a vigilar.

Noi siam guardie giurate timore non abbiate.
Noi ci sacrifichiamo per ciò che ci affidate.
La guardia...
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate