Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Licenziamento illegittimo per contestazione tardiva: solo indennità risarcitoria, ma piena
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21637
Offline
Licenziamento illegittimo per contestazione tardiva: solo indennità risarcitoria, ma piena 

Esclusa la reintegrazione sul posto di lavoro

La Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con sentenza n. 30985 del 27 dicembre 2017, ha stabilito che il licenziamento disciplinare dichiarato illegittimo per tardività della contestazione va sanzionato con il riconoscimento, in favore del lavoratore, di un’indennità risarcitoria compresa tra le 12 e le 24 mensilità della retribuzione globale di fatto, e non con la reintegrazione sul posto di lavoro.

Nel caso all’esame della Corte, l’azienda aveva contestato al lavoratore un illecito disciplinare con due anni di ritardo rispetto al verificarsi del fatto: in primo grado il Tribunale, accertata l’illegittimità del licenziamento, aveva disposto in favore del dipendente un’indennità risarcitoria; in secondo grado, invece, la Corte d’Appello aveva optato per una sanzione più forte, e cioè la reintegrazione sul posto di lavoro.

Le Sezioni Unite hanno risolto il contrasto interpretativo aderendo all’orientamento giurisprudenziale applicato anche dal Tribunale, secondo il quale, nel caso di tardiva contestazione disciplinare, si applica la sola tutela indennitaria: l’articolo 18, infatti, non include mai la contestazione tra i vizi che comportano la reintegrazione sul posto di lavoro.

La Corte ha inoltre chiarito che la tutela indennitaria che si applica è quella piena, e cioè dalle 12 alle 24 mensilità, e non quella in forma attenuata (dalle 6 alle 12), dal momento che quest’ultima è prevista per le sole violazioni meramente procedurali, tra le quali non può farsi rientrare la tardività della contestazione, in quanto il principio di tempestività dell’azione disciplinare è indispensabile per garantire al lavoratore una difesa effettiva.



A.G.

http://www.federsicurezza.it/news.aspx?newId=184

Data invio: 5/1 17:51
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate