Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Milano, l’agente Veronica: è l’unica donna nelle ronde della metropolitana Atm
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21433
Offline
Milano, l’agente Veronica: è l’unica donna nelle ronde della metropolitana Atm

«Io, le arti marziali e la lotta ai vandali». Ha 29 anni e fa la guardia giurata, la quarta in trent’anni di storia del servizio Security. Fa anche il turno di notte




di Elisabetta Andreis
Mezzanotte, fermata Lotto della metropolitana. Lei arriva puntualissima — coda di cavallo, anfibi, divisa d’ordinanza. Si incontra con i colleghi del suo stesso turno, si dividono i percorsi da seguire per le ispezioni. Veronica Ossemblain, 29 anni, prende servizio, veloce, e non smonta fino all’alba. È l’unica guardia giurata donna di Atm, la quarta in trent’anni di storia del servizio Security che l’azienda dei trasporti ha appena deciso di rinforzare, con un aumento del 30 per cento del personale di sorveglianza messo in campo per garantire il controllo alle fermate, sui mezzi e nei depositi. «Siamo un centinaio di guardie adesso, diventeremo 150 entro fine anno», spiega la ragazza. Questo mese ha il turno di notte per due settimane consecutive: «È il coordinatore ad assegnarceli, io approfitto per fare mille cose durante il giorno, andare in palestra o allenarmi in cucina».

Al quartier generale di via Foro Bonaparte, i curricula di donne che si candidano per questo lavoro si contano sulle dita di una mano. Ma non fa paura dover essere pronti ad affrontare qualunque tipo di rischio? Lei scuote la testa: «Siamo sempre in coppia per la ronda, mai da soli. E spalleggiati dai colleghi che stanno alla Centrale operativa Security di Precotto e ci monitorano con telecamere e ricetrasmittenti. Non ho mai avuto la sensazione di correre pericoli», racconta.







Eppure le situazioni difficili ci sono: furti, vandali, ubriachi, gruppi di ragazzi che scavalcano i tornelli senza biglietto. Ci vuole sangue freddo, e non solo. «Parte del nostro lavoro è psicologica. Dobbiamo mantenere l’ordine e insieme tranquillizzare i viaggiatori mostrando una certa empatia. Ci hanno fatto intere giornate di formazione per questo», precisa. I colleghi (maschi) dicono che con il suo sorriso, Veronica riesce dove loro si sentono impacciati. Forse è anche questa la sua forza. Da piccola aveva solo amici maschi e voleva diventare a tutti i costi carabiniere, come lo zio. «Facevo arti marziali mentre le compagne frequentavano le lezioni di danza — sorride —. Amavo l’uniforme dell’Arma, volevo servire un’istituzione, il Paese o un’azienda». Mamma e sorella, entrambe casalinghe, la guardano come fosse una marziana. Mentre il fidanzato, maresciallo dei carabinieri a Firenze, la sostiene orgoglioso.


A diciotto anni, dopo il diploma come assistente sociale, si è subito candidata per entrare nell’esercito. Ha fatto un lungo periodo, ma poi non è riuscita a passare il concorso. Così ha ripiegato su una società privata di security, «arruolata» durante Expo. In quel periodo sente del bando Atm. Partecipa, supera i colloqui con psicologi e responsabili del personale. E tra centinaia di candidature, viene selezionata. Unica donna. Firma il contratto il giorno di Natale 2015: «Il mio bellissimo regalo», dice. E adesso, sogni? «Sposarmi con il mio compagno. Aspetto che mi raggiunga a Milano, io voglio restare qui. In Atm».

http://milano.corriere.it/notizie/cro ... 4ed49.shtml?refresh_ce-cp

Data invio: 5/10 23:09
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate