Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da PIEMONTE
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 469
Offline
Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge per iniziativa del Sen. Mario Mauro

Da tempo l’ASSIV, l’associazione rappresentativa dei servizi di vigilanza privata e dei servizi fiduciari, aderente a Confindustria ANIE, lavora all’individuazione di nuovi ambiti d’intervento per il settore, e proprio su impulso dell’associazione sono stati presentati dal Senatore Mario Mauro due disegni di legge contenenti disposizioni in merito all’impiego delle guardie giurate all’estero e alla close protection in Italia.

Riguardo il primo aspetto, allo stato attuale è assente, nell’ordinamento italiano, una normativa specifica sull’impiego all’estero delle GPG, con l’unica parziale eccezione, recentemente prevista dalla legislazione italiana, data dal servizio di antipirateria marittima, svolto da istituti di vigilanza autorizzati. Stessa considerazione vale per la sicurezza alla persona: l’assenza di una normativa specifica pone l’Italia in una posizione differente rispetto ad altri Paesi europei che prevedono il servizio di sicurezza alla persona fra quelli abitualmente erogati dalle aziende che forniscono servizi di sicurezza.

“Dopo la definizione del nuovo quadro normativo di settore, che ha fissato i parametri minimi di qualità e il sistema di certificazione degli istituti di vigilanza – ha dichiarato il Presidente dell’ASSIV, Maria Cristina Urbano – ora il settore è pronto per essere impiegato, in una logica di sicurezza complementare e sussidiaria, su ambiti nuovi, e le iniziative legislative del Sen. Mario Mauro vanno verso questa direzione.”

“Se le attività di sicurezza alla persona venissero consentite agli istituti di vigilanza – continua Urbano – oltre alla prevedibile espansione del mercato con le positive ricadute in termini occupazionali e di incentivo allo sviluppo del comparto, si conseguirebbe il duplice obiettivo di razionalizzare l’impiego delle Forze di polizia e di portare il delicato servizio della sicurezza alla persona nell’alveo della legalità, garantendone l’espletamento da parte di personale qualificato, dipendente da società di vigilanza, e sotto il diretto controllo dell’autorità pubblica.

“Riguardo invece alle possibili potenzialità derivanti dall’impiego delle GPG all’estero – conclude Urbano – il mercato globale della sicurezza all’estero ha registrato un incremento annuo costante e per il 2017 si prevede un volume di affari in tutto il mondo intorno ai 250 miliardi di dollari, mercato al momento precluso all’imprenditoria italiana.

Allegati:

Comunicato – ddl nuovi ambiti per la vigilanza privata;
Ddl Close protection;
Ddl Sicurezza estero.

http://www.assiv.it/2017/08/nuovi-amb ... tiva-del-sen-mario-mauro/

Data invio: 9/8 15:42
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/11/2010 6:25
Da Lombardia
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 6176
Offline
Speriamo che i tempi siano brevi!Abbiamo bisogno di nuovi servizi per poter sperare di avere un futuro...

Data invio: 16/8 16:55
_________________
Open in new window
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
23/6/2016 13:01
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 145
Offline
Ovviamente si spera sempre in miglioramenti e specializzazioni per la categoria, ma in questo caso non credo ci saranno per due motivi:
1) La tutela della persona, è prerogativa esclusiva delle FF.OO.
2)I servizi di "scorta personale" richiedono una grande preparazione, e dubito che gli IVP - già alle prese con la guerra al ribasso dei prezzi - siano disposti a spendere ulteriori soldi per la formazione delle GPG.

Se mai venisse approvato un ddl del genere (ripeto, ipotesi remota), sarebbe la classica accozzaglia all'italiana che porterebbe il solo risultato di far piovere denunce sulle GPG, le quali si troverebbero nei casini poiché effettuerebbero un servizio per il quale - come al solito - non sono state adeguatamente formate.

Data invio: 16/8 18:17
_________________
Dress For The Job You Want
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Guru
Iscritto il:
26/6/2007 17:03
Da Come da avatar... Abruzzo
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 2859
Offline
Certo formazione, qualificazione, riqualificazione, Ma di che cosa stiamo parlando degli Istituti di Vigilanza e Guardie Particolari Giurate? Lasciamo perdere....tutte chiacchiere e Businness per i datori di lavoro e Istituzioni.

Data invio: 16/8 20:50
_________________
L'Utopia mi spinge ad affermare che con persone giuste -al posto giusto- si potrebbero raggiungere miglioramenti delle problematiche nel Mondo...Tant'è ...Che Non è Così!
Io dico: la vita è una sola, la si deve rispettare!!
-David-
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/11/2010 6:25
Da Lombardia
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 6176
Offline
Il rischio che nascano casini c'è comunque!

Data invio: 16/8 22:41
_________________
Open in new window
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1565
Offline
Infatti, oltre alla leggi da modificare o addirittura cambiare, ci vorrebbe tanta ma tanta preparazione alle gpg per questi nuovi ipotetici scenari.
Ma siamo sicuri che le istituzioni lo vogliono veramente regolarizzare in modo specifico, senza creare ulteriori papocchi giuridici?
E la formazione, poi chi e come la farà?
Ci credo poco ma sono curioso di come andrà a finire questa proposta.

Data invio: 16/8 23:14
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/11/2010 6:25
Da Lombardia
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 6176
Offline
Con tempi biblici potrebbe pure passare questa riforma,ma certo che a noi non spetterà mai la tutela di politici o magistrati,ma di imprenditori e comunque personalità private...

Data invio: 17/8 3:00
_________________
Open in new window
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate