Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi



„Assalto portavalori, le Gpg: "Siamo allo stremo“
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/2/2012 10:18
Da milano
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Donatori
Messaggi : 6263
Offline
Assalto portavalori, le Gpg: "Siamo allo stremo"

3 maggio 2013

Il sindacato Usipe: "Ormai attacchi quotidiani"

Comunicato Stampa
Prima hanno incendiato un'auto per tentare di bloccarlo, poi hanno sparato contro il mezzo e, infine, lo hanno speronato con un'altra vettura, ma il furgone portavalori ha coraggiosamente proseguito la sua corsa, riuscendo così a sventare l'agguato. Il colpo organizzato da alcuni rapinatori che puntavano ad assaltare un blindato portavalori di un istituto di vigilanza, è così miseramente fallito grazie all'abilità, al sangue freddo e al coraggio dell'autista del mezzo diretto a Taranto, assaltato mentre si trovava sulla bretella che da Grottaglie conduce a San Giorgio Jonico.

Questo è solo l'ultimo in ordine di tempo dopo che martedi a Roma in via Newton si sono ripetuti attimi. Il tutto si è svolto in zona Colli Portuensi tre uomini a volto coperto hanno minacciato con una pistola due dipendenti di una ditta che si occupa del ritiro di denaro delle slot machine, proprio mentre le GpG stavano effettuando il prelievo. Dopo aver sottratto l'incasso, uno dei tre malviventi è salito sul furgone, seguito dall'auto con gli altri due rapinatori, costringendo i due operatori, legati ai polsi, a proseguire fino all'ingresso dello svincolo Roma-Fiumicino. Siamo di fronte ad un emergenza nazionale - sottolineano dal sindacato U.Si.Pe. comparto sicurezza civile e l'associazione di categoria ANGGI - . "Anche questa volta abbiamo rischiato la vita per proteggere, difendere, assicurare l'integrità di ciò che ci viene affidato, denuncia Roberto Pau Agente GpG e segretario dell'ANGGI - ogni giorno, ogni notte tutti noi svolgiamo il nostro lavoro con passione, dedizione , attenzione e senso del dovere.

Usciamo di casa per quello che può apparire un lavoro come tanti. Non è così . Le guardie giurate non fanno un lavoro come tanti. Lo sappiamo bene quando lasciamo le nostre case con gli occhi dei nostri cari che ci fissano ed il loro sguardo ci accompagna per tutto il turno di lavoro e ci lasciamo dietro parole sospese e ansie inconfessabili. Sappiamo che chi si rivolge a noi ha bisogno del nostro servizio e con orgoglio e coraggio non ci tiriamo indietro mai. abbiamo bisogno di mezzi, strumenti , e riconoscimenti giuridici che non ci sono fanno notare dal sindacato U.Si.Pe. . Le Istituzioni hanno il dovere morale di non lasciarci soli contro tutti. Da parte nostra - conclude Pau - c'è volontà , abnegazione, coraggio, ma ci è necessario molto di più: un servizio di vigilanza efficace giova alla collettività intera.

http://www.romatoday.it/politica/assa ... pg-siamo-allo-stremo.html

Data invio: 4/5/2013 6:50
_________________
VIRTUDE ET FIDE.
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate