Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Registrati per inviare messaggi

« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 31 »


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/11/2010 6:25
Da Lombardia
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Donatori
Messaggi : 6300
Offline
io mi chiedo ma cosa aspettano a darci questa benedetta qualifica,non vedono che ogni giorno siamo sempre più in difficoltà per colpa dell aumento della criminalità!!le guardie sono sempre in prima fila oramai,ed e per questo che abbiamo bisogno di tutele nel momento del bisogno e nello svolgimento delle nostre mansioni!!!

Data invio: 4/4/2011 21:49
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Guru
Iscritto il:
21/12/2007 13:07
Gruppo:
Utenti registrati
Utente Vip
Messaggi : 4497
Offline
Citazione:

Gianluca84 ha scritto:
Citazione:

Bafometto ha scritto:
Sono del parere che non bisogna gaudere delle disgrazie, anche se interessano dei delinquenti.

Purtroppo, le poche garanzie che sono riconosciute nel nostro mestiere, portano con rapidità ad un "traboccante sospiro di sollievo" quando ad avere la peggio sono i banditi.

Riconosco l'assoluta necessità di difendersi soprattutto nell'adempimento della mansione ordinata.

Se la rapina è avvenuta con armi da fuoco (anche finte ma non riconoscibili come tali) e la sparatoria si è consumata o poteva avvenire da ambo le parti, la difesa è legittima. Allora i colleghi hanno tutto la mia condivisione e stima, ma soprattutto avranno concordanza dei magistrati.

Cominciano i problemi se le guardie hanno sparato a banditi armati di taglierino o simili (giusto o sbagliato che si ritenga); oppure se questi ultimi erano in fuga.

Attendiamo riscontri.


disgrazia?

io questa la chiamo gustizia, meglio così che in carcere, tanto sappiamo benissimo che sarebbero riusciti dopo poco e sicuramente avrebbero commesso qualche altra rapina

Uhm. Mi pare che quanto avevo negativamente ipotizzato fin dal mio primo intervento tra gli inni di “vittoria!” - aimè - prende invece piede.

Gianluca84, difendersi NON è fare “giustizia” ma rientra nel novero delle cause di giustificazione previste dal nostro codice penale. La giustizia la fanno i Magistrati che, quando sentono frasi come quelle da te espresse, puntano dritto, dritto il dito contro la “giustizia privata”.

Uccidere una persona, anche per legittima difesa è sempre una tragedia, per chi si ritrova a difendersi nel giusto e per chi se l’è cercata.

Data invio: 4/4/2011 22:35
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Maestro
Iscritto il:
23/4/2010 10:32
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 494
Offline
Piantone...mi daresti la tua definizione di arma?

il taglierino è un'arma bianca a tutti gli effetti quindi su minaccia di morte è legittimo rispondere con la morte...non è che se uno mi minaccia con un taglierino allora io devo andare a cercare un taglierino per difendermi legittimamente =)

spero di aver reso il concetto

Data invio: 4/4/2011 22:37
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Maestro
Iscritto il:
23/4/2010 10:32
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 494
Offline
Piantone...mi daresti la tua definizione di arma?

il taglierino è un'arma bianca a tutti gli effetti quindi su minaccia di morte è legittimo rispondere con la morte...non è che se uno mi minaccia con un taglierino allora io devo andare a cercare un taglierino per difendermi legittimamente =)

spero di aver reso il concetto

Data invio: 4/4/2011 22:51
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Allievo
Iscritto il:
2/10/2007 21:25
Da piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 138
Offline
la prima accusa sarà di omicidio volontario, poi eccesso di legittima difesa.
non credo gli diano la legittima difesa, questo è naturalmente quello che pensa il sottoscritto.
un in bocca al lupo al collega.
giuseppe.

Data invio: 4/4/2011 23:47
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Guru
Iscritto il:
21/12/2007 13:07
Gruppo:
Utenti registrati
Utente Vip
Messaggi : 4497
Offline
Fred, cerco di chiarire il concetto di “legittima difesa”. Non basta che sussista l’aggressione ingiusta, ma deve sussistere un pericolo attuale:

cioè non basta la probabilità di un eventuale accadimento, (potendo in tal caso il soggetto leso invocare l'intervento dello Stato). Quindi la reazione deve essere proporzionata all'offesa.

Per comprendere più direttamente il concetto, prova ad immaginare se ti armassero di taglierino, per difenderti dai rapinatori armati di pistola …

Comprendo che è il delinquente che “attacca” e non il contrario e che altresì non è possibile con certezza dire quali sarebbero i limiti dell’offesa portata col taglierino, ma deve essere molto chiaro che “l’occhio”della Giustizia difficilmente la vede diversamente, soprattutto quando ad invocare l’ “extrema ratio” sono dei privati cittadini, a cui i magistrati non mancheranno di inquadrare le Gpg.

Poi, uno può pensare che “è meglio un brutto processo che un bel funerale”, ma sostanzialmente è giusto sapere come funziona l’ingranaggio “giustizia”.

Non da meno, mi chiedo quale sono stati gli atteggiamenti intimidatori delle Guardie, che potevano rientrare nella tempistica date le armi non da fuoco dei malviventi e pure parrebbe che i delinquenti stavano battendo ritirata. E, senza compromettere i beni sorvegliati o l’incolumità anche altrui, se fosse stato possibile sottrarsi ad eventuali minacce, cercando riparo o addirittura evitando di esporsi, già che alle guardie non spetta la cattura come invece è dovere della Forza pubblica, ma la difesa legittima. Quindi se l’intervento delle stesse guardie è stato causa di una male peggiore di quello consumato dai malviventi: la morte di due persone e il ferimento di una terza.

Sono concetti che spesso fanno incavolare, ma funziona così.

So che è facile “giudicare” battendo le lettere su di una tastiera, ma è necessario sforzarsi di capire che chi giudicherà lo farà altrettanto comodamente seduto su di una poltrona, e della necessità “vim vi repellere licet” non ne sanno proprio un bel nulla!

Data invio: 5/4/2011 0:17
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Guru
Iscritto il:
1/7/2008 15:33
Da Ceglie Mess. (Br) Torre Ann. (Na)
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 2104
Offline
E' così, speriamo in un capovolgimento a favore dei colleghi.
In bocca al lupo colleghi, dispiace.
Quoto Bafometto prima per l'osservazione sui nomignoli che usano per indicare G.P.G. e poi per quanto spiegato in tema.

Data invio: 5/4/2011 0:58
_________________
Gaspare
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Donatore GuardieInformate Moderatore
Iscritto il:
19/5/2008 16:44
Da Oderzo
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 4359
Offline
Dubito che ci sarà un capovolgimento a favore dei colleghi, o meglio, del collega che ha sparato.

Bruttissimo, tragico avvenimento!!!

Data invio: 5/4/2011 4:03
_________________
Fatti non fummo a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza.
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Allievo
Iscritto il:
27/11/2009 12:29
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 96
Offline
brutta storia

Data invio: 5/4/2011 5:08
Crea PDF dal messaggio Stampa


Re: Due rapinatori uccisi da vigilantes
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
1/2/2007 23:08
Da Treviso
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 570
Offline
io la vedo male......buona fortuna ai colleghi coinvolti

Data invio: 5/4/2011 6:39
_________________
Eravamo,siamo e resteremo carne da macello......
Crea PDF dal messaggio Stampa



 Top   Discussione precedente   Discussione successiva
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 31 »

 Registrati per inviare messaggi



Invia la tua risposta?
Account*
Nome   Password    
Messaggio:*


Non puoi inviare messaggi.
Puoi vedere le discussioni.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate