In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva

« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 16827 »


Re: Info..
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1778
Offline
Non credo.
Mica assumono laureati in lingue, basta una buona base, il resto vien mangiando.

Data invio: 16/1 20:21
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Banda della Bmw nera. Ubaldo Pagano (Pd): “Da Salvini meno slogan e più sicurezza”
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da TORINO
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 697
Offline
Numerosi colpi e rapine in queste ultime settimane hanno visto prendere di mira soprattutto stazioni di servizio, centri scommesse ed esercizi commerciali del sud-est barese. Una vera e propria “banda” criminale nota alle cronache con il nome della “banda della Bmw nera” a causa della marca e del colore dell’auto con cui spesso sono stati visti allontanarsi velocemente dal luogo della rapina.

Negli ultimi giorni sono stati visti parecchie volte a Turi, dove sorpresi da una pattuglia di Vigilanza privata hanno scagliato un masso contro l’auto di servizio dei vigilantes. La pietra, che si è infranta contro il parabrezza del veicolo per guadagnare la via della fuga, per fortuna non provocando ulteriori danni.

Ed ancora il colpo messo a segno l’altra sera ai danni di una stazione di rifornimento della IP tra Conversano e Rutigliano. Insomma, il sud-est barese sembra proprio essere il loro territorio di “caccia” preferito, con furti di entità non elevata, ma facili e veloci da compiere, con un clichè criminale ed un modus operandi standardizzato e, a quanto pare, fino ad ora efficace.



Sulla questione è intervenuto il parlamentare pugliese Ubaldo Pagano (Pd) con una nota.

“Oggi apprendiamo la notizia dell’ennesimo colpo messo a segno dalla cosiddetta “Banda della Bmw”, questa volta a danno di una stazione di servizio IP tra Conversano e Rutigliano. La banda, operativa dalla scorsa estate, continua a prendere d’assolto e derubare stazioni di servizio e altre attività commerciali della provincia di Bari, nonostante l’encomiabile impegno delle forze dell’ordine nel tentare di rintracciare le identità dei suoi membri”.

“La situazione – sottolinea Pagano – che genera uno stato di preoccupazione e di ansia nella popolazione locale, è meritevole di una maggiore attenzione da parte del Ministro dell’Interno Salvini, il quale, in occasione della sua visita a Bari lo scorso ottobre, aveva dichiarato il potenziamento delle unità operative sul territorio, salvo, poi, dimenticarsi totalmente di mantenere la promessa fatta. Garantire la sicurezza vuol dire occuparsi della grande e piccola criminalità, organizzata e non, che agisce sul territorio nazionale, predisponendo i più efficaci mezzi per prevenire i reati e contrastare gli illeciti”.

“Da un Ministro dell’Interno – conclude il suo intervento l’onorevole Pagano – ci aspettiamo maggiore sicurezza sul territorio e per i cittadini e non slogan e ritornelli da due soldi.
Per ottenere risultati migliori di questi siamo persino disposti a rinunciare alla scoperta di cosa ci sia sulla sua tavola ogni giorno”.

https://www.pugliain.net/74159-banda-b ... ini-territorio-sicurezza/

Data invio: 16/1 20:19
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


FISASCAT CISL BARI : VENERDI' 18 INCONTRO CON PREFETTO PER SICUREZZA GUARDIE GIURATE
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da TORINO
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 697
Offline
Fisascat Cisl Bari, seguita all’ennesimo assalto ad un portavalori del 2 gennaio scorso, Il Prefetto di Bari ha convocato le organizzazioni sindacali per venerdì 18 gennaio alle ore 10.00.

Per la Fisascat Cisl territoriale saranno presenti il Segretario Generale Miriam Ruta e nicola Colella della segreteria

Più volte, in passato le OO.SS. di categoria hanno sollecitato alla locale Prefettura l'attivazione di un tavolo istituzionale che coinvolga ogni soggetto preposto al settore, per avviare un processo di monitoraggio della criticità in termini di sicurezza operativa e un conseguente percorso di salvaguardia non solo della sicurezza degli operatori del settore, ma altresì della sicurezza dell'ordine pubblico, seriamente compromessi da queste tipologie di atti criminali che costituiscono fonti di finanziamento delle più pericolose organizzazioni criminali locali.

Si avverte inoltre la necessità di determinare un impulso da parte delle autorità istituzionali per una definizione positiva di una vertenza nazionale in atto che vede questo settore privo di un rinnovo del CCNL da oltre 3 anni, con tutte le conseguenze derivanti da una mancata riclassificazione e valorizzazione del ruolo delle G. p.G. ormai chiamate ad un ruolo essenziale nella vita della nostra comunità quali attori principali della sicurezza complementare, per un proficuo miglioramento del vivere civile di questo Paese.



https://www.barilive.it/liveyou/4127/f ... sicurezza-guardie-giurate

Data invio: 16/1 20:09
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Info..livello inglese
Matricola
Iscritto il:
16/1 15:31
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 3
Offline
Buona sera, se posso volevo chiedere un info..
Sono stata contatta da fidelitas e dovrò affrontare un colloquio..so che dovrò compilare un test semplice di inglese e psicoattitudinale..il livello richiesto di inglese è alto? Perché nel mio cv era specificato che avevo un livello scolastico..grazie a tutti..

Data invio: 16/1 19:24

Modificato da ADMIN su 18/1/2019 14:08:11
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


CCNL Vigilanza Privata – esito incontro 16 gennaio -GUARDIE GIURATE IN SCIOPERO
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21660
Offline
RICEVO E PUBBLICO :

TESTO UNITARIO
Oggetto: CCNL Vigilanza Privata – esito incontro 16 gennaio
L’incontro odierno per il CCNL Vigilanza Privata si è rivelato completamente improduttivo.
Le Associazioni Datoriali (la maggioranza delle quali si è presentata con oltre 90 minuti di ritardo)
hanno dichiarato di non essere in grado di fornire risposte in merito ai temi all’ordine del giorno
benché in data 21 dicembre avessimo, con lettera, sottolineato l’esigenza di “acquisire le vs.
osservazioni in merito ai capitoli Bilateralità, Contrattazione di secondo livello, Classificazione e
Salute e sicurezza per i quali le proposte delle OO.SS. sono da tempo già in vs. possesso.” Quanto
alla prossima sessione di trattativa (prevista per i giorni 29 e 30 gennaio), hanno posto l’esigenza
di limitare il confronto ad una sola giornata al fine di verificare al loro interno le posizioni da
esplicitare.
Inoltre, non è pervenuta nessuna risposta in merito agli aspetti del cambio di appalto
(divisore e salvaguardia elementi salariali collettivi) rimasti già sospesi nell’incontro del 20
dicembre.
Infine, quanto al salario si è registrata la seguente affermazione: “vi è disponibilità a
riconoscere un aumento, a determinate condizioni, in valore che non siamo in grado di
determinare.” (!!)
Oltre al metodo irriguardoso verso le Organizzazioni Sindacali e i lavoratori, occorre rilevare
come questa situazione non sia ormai considerabile come mero tatticismo dilatorio, la cui gravità
sarebbe comunque forte considerato il tempo trascorso dalla scadenza del precedente CCNL;
appare, invece, evidente un sintomo di fragilità strutturale delle Associazioni datoriali che,
incuranti delle condizioni del settore e dei problemi dei lavoratori, insistono nel perseguire una
politica deflagrante per tutti (in primis, i dipendenti).
Per queste ragioni, nel corso dell’incontro abbiamo preannunciato la mobilitazione dei
lavoratori, conformemente alla decisone assunta dal Coordinamento Nazionale di settembre, pur
rendendoci disponibili a proseguire il negoziato.
Le Segreterie Nazionali proclamano, per quanto evidenziato, pertanto, due giornate di
sciopero a livello nazionale per i giorni 1 e 2 febbraio 2019 con manifestazioni a Milano e Napoli
(1 febbraio a Milano, 2 febbraio a Napoli). Nei prossimi giorni seguiranno le indicazioni
organizzative.
00198 Roma – Via Nizza, 128 – Tel.06.84242284 – 84242205 – Fax 06.84242292
http://www.uiltucs.it/ - E-mail: segreterianazionale@uiltucs.it – Pec: uiltucs@pec.it
Vi invitiamo a dare la massima informazione ai lavoratori relativamente allo stato della
vertenza e per la miglior riuscita delle iniziative.
Cordiali saluti.
Il Segretario Nazionale
(Stefano Franzoni)
Il Segretario Generale
(Brunetto Boco)

Allega:


pdf CCNL_VIGILANZA_PRIVATA.pdf Dimensione: 126.83 KB; Letture: 71

Data invio: 16/1 19:11
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Re: un saluto a voi tutti
Matricola
Iscritto il:
16/1 15:31
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 3
Offline
Buona sera, se posso volevo chiedere un info..
Sono stata contatta da fidelitas e dovrò affrontare un colloquio..so che dovrò compilare un test semplice di inglese e psicoattitudinale..il livello richiesto di inglese è alto? Perché nel mio cv era specificato che avevo un livello scolastico..grazie a tutti..

Data invio: 16/1 17:20
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


il Sottosegretario Molteni incontra FederSicurezza
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21660
Offline
l Sottosegretario Molteni incontra FederSicurezza

E’ stato convocato per il 23 gennaio prossimo l’incontro tra il Sottosegretario all’Interno On. Nicola Molteni e le Associazioni di categoria del settore della vigilanza privata.
Un incontro fortemente voluto da FederSicurezza, sollecitato di recente con ben due note inviate nel corso dell’ultima settimana al Viminale, a seguito delle note vicende degli assalti ai portavalori e al riscontro mediatico avuto dagli stessi, e che riconferma l’attenzione del Sottosegretario Molteni alle problematiche del comparto, rispetto alle quali, fin dal suo insediamento, si è dimostrato un interlocutore attento e disponibile.
Vi terremo come sempre aggiornati sugli esiti della riunione.
A.G.

http://www.federsicurezza.it/news.aspx?newId=242

Data invio: 16/1 16:27
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Costretto a dare dimissioni per nuovo contratto
Matricola
Iscritto il:
4/8/2011 12:09
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 27
Offline
Ragazzi scusate volevo sapere se è' normale che il principale mi costringa a dare le dimissioni per fare un nuovo contratto rientra nella normalità' come posso difendermi?

Data invio: 16/1 14:04
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Re: Part time
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1778
Offline
Prima sonda se c'e' qualcuno che lo fa!
Poi, chi chiede non fa errore!

Data invio: 16/1 11:44
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Part time
Matricola
Iscritto il:
2/10/2016 16:33
Gruppo:
Utenti registrati
Messaggi : 16
Offline
Ciao a tutti
Sono stati assunto in un ivp da 5 mesi e causa motivi personali sarebbe per me ottimo lavorare part time (verticale). Cosa mi consigliate di fare? Lo chiedo oppure rischio qualcosa?

Data invio: 16/1 4:54
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum



 Top
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 16827 »



[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate