In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva

(1) 2 3 4 ... 16853 »


Morto Graziano Niccolai fondatore e direttore della vigilanza “Il Globo”
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/2/2012 10:18
Da milano
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Donatori
Messaggi : 6263
Offline
Morto Graziano Niccolai fondatore e direttore della vigilanza “Il Globo”

Fondata nel 1968 la sua azienda conta 300 dipendenti. Il funerale nella chiesa di San Biagio



24 Maggio 2019




PISTOIA. Si è spento all’ospedale di Pistoia, all’età di 78 anni, Graziano Niccolai, fondatore e direttore dell’istituto di vigilanza “Il Globo”, sinonimo, non solo nella nostra provincia di vigilanza privata. Malato da tempo, le sue condizioni si erano aggravate negli ultimi giorni a causa di un infarto, che non è riuscito a superare. Dalle cappelle del commiato del San Jacopo, il feretro sarà trasferito nel pomeriggio di oggi alla chiesa di San Biagio dal servizio funebre, dove alle 16 avrà inizio la cerimonia religiosa. Al termine, il trasporto al cimitero della Misericordia. Graziano Niccolai, che aveva perso la moglie circa due anni fa, lascia i figli Cristina e Cristiano e quattro nipoti.

Era il 1968 quando Graziano Niccolai fondò insieme alla moglie l’istituto di vigilanza che oggi, con i suoi circa trecento dipendenti, è una delle prima tre-quattro aziende pistoiesi in termini di occupazione. E con 8 sedi, 10 ponti radio e una flotta di circa 130 automezzi il Gruppo Il Globo opera in quasi tutte le province della Toscana, anche nel settore delle investigazioni private. La centrale operativa unica si trova nella sede di Pistoia, in Corso Gramsci, ed è da lì che vengono gestite 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, le attività sull’intero territorio in cui l’istituto è autorizzato ad operare. Fa parte del gruppo, inoltre, La “Il Globo Service srl”, società che ha nello specifico la fornitura di servizi alle aziende (portierato, custodia, reception, antitaccheggio...) e che, con i suoi circa 60 dipendenti, serve principalmente centri commerciali, strutture turistiche, cantieri, fabbriche e strutture simili.

«Mio padre ha iniziato dal niente questa attività, insieme alla mamma – racconta la figlia Cristina, che insieme al fratello dirige ora l’azienda – Una persona che dal niente è riuscita a creare, se mi si passa la parola, un impero. Ci ha lasciato tanto».

Dalla semplice vigilanza notturna, in mezzo secolo di attività il patròn del Globo è riuscito ad ampliare la tipologia di servizi offerti, anche grazie alle nuove tecnologie: si pensi alla videosorveglianza o al personal tracker per il soccorso di anziani o altre categorie di persone a rischio.
https://iltirreno.gelocal.it/pistoia/c ... obo-1.32900349?refresh_ce

Data invio: 24/5 19:33
_________________
VIRTUDE ET FIDE.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Comunicato Stampa Gruppo Mondialpol e Gruppo Allsystem
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/2/2012 10:18
Da milano
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Donatori
Messaggi : 6263
Offline

Data invio: 23/5 20:08
_________________
VIRTUDE ET FIDE.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Lavoro,M5S soddisfatti per l'esito dell'incontro con le guardie giurate
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 764
Offline

Data invio: 23/5 2:33
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Re: Vigilanza privata, nuova tornata contrattuale a Bologna
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1815
Offline
___Dal prossimo mese la “palla” passerà alle commissioni tecniche ristrette.___

A chi lo dite..., non immaginate quanto siano grosse le nostre!

Data invio: 22/5 20:21
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Vigilanza privata, nuova tornata contrattuale a Bologna
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 764
Offline
Dal prossimo mese la “palla” passerà alle commissioni tecniche ristrette

Si è conclusa l’ultima tornata di trattative per il rinnovo del Ccnl di settore, che ha avuto luogo il 15 e 16 maggio a Bologna. Si è tornati a parlare di classificazione del personale, salute e sicurezza sul lavoro e cambio appalto, ma non solo. Le Associazioni datoriali, nello specifico, hanno presentato un testo condiviso sul tema della malattia, per intavolare un confronto auspicabilmente costruttivo con le organizzazioni sindacali.

Volendo fare il punto della situazione, sembra finalmente profilarsi la possibilità di andare a conclusione sui testi già esaminati dalle parti nel corso degli ultimi mesi di lavoro.

Per far questo, e per farlo nel più breve tempo possibile, i prossimi incontri, previsti per il 12 e 13 giugno, si terranno in forma di commissioni tecniche ristrette, in cui i gruppi di lavoro, costituiti ad hoc, si riuniranno per chiudere le partite aperte sui temi della classificazione, mercato del lavoro e cambio appalto, per poi riprendere il discorso dell’orario di lavoro e passare ad affrontare anche il nodo della sezione dedicata ai servizi fiduciari, presumibilmente nelle successive date già calendarizzate per il 26 e 27 giugno.

Per Claudio Magon, Presidente della Commissione sindacale di Univ, “l’aver portato il tema della malattia sul tavolo delle trattative, in un’ottica di confronto ragionato, rappresenta un passo estremamente importante per le Associazioni datoriali, per le quali fenomeni come l’abuso di “malattie brevi” costituiscono evidentemente un punto dolente, oltre che un ostacolo da sormontare in vista di un’auspicata accelerazione e finalizzazione dei lavori. Chiaramente la nostra posizione andrà conciliata anche con le visioni più “ideologiche” di parte delle organizzazioni sindacali, delle quali prendiamo comunque atto”.

http://www.federsicurezza.it/news.aspx?newId=257

Data invio: 22/5 16:02
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Auto delle guardie giurate in fiamme, attimi di paura a Genzano
Webmaster
Iscritto il:
4/1/2007 19:21
Da VERONA
Gruppo:
Webmasters
Utenti registrati
Messaggi : 21719
Offline
Auto delle guardie giurate in fiamme, attimi di paura a Genzano

Alle 16.30 di oggi una Ford Mondeo di una ditta privata di vigilantes ha preso improvvisamente fuoco a Genzano in via del Lavoro, scatenando il panico tra gli automobilisti. La donna a bordo, una quarantenne, è riuscita a uscire dall'abitacolo per non essere avvolta dalle fiamme scappando lontano presa dal panico. Sul posto sono giunti gli agenti della Polizia Locale di servizio e una squadra della Protezione civile di Genzano che hanno provveduto a spegnere l'incendio. L'auto è andata completamente distrutta, la donna sotto shock è stata soccorsa sul posto da una ambulanza del 118, chiamata dai vigili urbani. Disagi e rallentamenti si sono verificati al traffico per la chiusura della strada riaperta solo intorno alle 18, in un tratto sempre molto trafficato tra via Appia Vecchia e Appia Nuova, nella zona artigianale . Foto Luciano Sciurba

https://www.ilmessaggero.it/fotogaller ... time_notizia-4506610.html

Data invio: 22/5 7:49
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Cassazione: risarcimento del danno per le ore di lavoro eccessive
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/2/2012 10:18
Da milano
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Donatori
Messaggi : 6263
Offline
Cassazione: risarcimento del danno per le ore di lavoro eccessive



Lo svolgimento del lavoro in violazione dei limiti di orario e di riposo settimanale, se sconfina nell'abnormità fa scattare il risarcimento dei danni psicofisici patiti dal dipendente





Avv. Francesco Pandolfi - Svolgere il proprio lavoro alle dipendenze di un'azienda, per un numero di ore che oltrepassa di molto quelle contrattualmente previste, determina l'insorgenza di un diritto al risarcimento del danno non patrimoniale in favore del lavoratore che le ha effettivamente prestate, anche se in qualche modo egli abbia acconsentito allo straordinario.
Il fatto
Il danno da usura psico-fisica
In pratica
Il fatto



Si tratta di un principio che è stato coniato dalla Sezione Lavoro della Cassazione con l'ordinanza n. 12540 del 10 maggio 2019 (sotto allegata), con riferimento specifico al dipendente di una Spa addetto alla vigilanza.



La vicenda, che in causa ha in seguito portato all'elaborazione del criterio, è stata quella del dipendente il quale, pur avendo lavorato per alcuni anni per un monte ore molto al di sopra di quelle pattuite con il CCNL Istituti di Vigilanza Privata, non aveva percepito l'esatta retribuzione, nè recuperato il riposo settimanale.
Il danno da usura psico-fisica

Il succo dell'elaborazione giurisprudenziale è, dunque, il seguente.

Il lavoro che supera di gran lunga i limiti di legge e del contratto collettivo, protraendosi per anni, provoca un danno da usura psico-fisica distinto da quello biologico, addirittura presunto nell'an siccome è lesione del diritto garantito dall'art. 36 Cost.

Dunque, nel caso in cui il lavoratore chieda egli stesso di effettuare ulteriori ore di straordinario non previste contrattualmente, tale manifestazione di volontà non va ad incidere sulla produzione del danno, in quanto sussiste in ogni caso un generale obbligo del datore di tutelare l'integrità psicofisica e la personalità morale del lavoratore (art. 2087 c.c.).





Il principio scolpito dalla Sezione Lavoro richiama il vincolo normativo dato dall'art. 2087 codice civile, in ordine alla tutela delle condizioni di lavoro.
L'imprenditore è tenuto ad adottare, nell'esercizio dell'impresa le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro.
La sostanza di tutto questo è che tale danno è risarcibile.
https://www.studiocataldi.it/articoli/ ... e-di-lavoro-eccessive.asp

Data invio: 21/5 19:14
_________________
VIRTUDE ET FIDE.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Parte un colpo di pistola nella stazione: vigilante resta ferito a una mano
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/8/2016 23:57
Da Piemonte
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Messaggi : 764
Offline
Parte un colpo di pistola nella stazione: vigilante resta ferito a una mano“


È stato un incidente


Davide Petrizzelli - Claudio Martinelli

20 maggio 2019 08:15
Allarme nella mattinata di ieri, domenica 19 maggio 2019, nella stazione Dora di piazza Baldissera, dove improvvisamente è stato esploso un colpo d'arma da fuoco.

Lo sparo è partito dall'arma di una guardia giurata in servizio, che si è ferita a una mano. L'uomo, 57 anni, è stato trasportato in ospedale al Giovanni Bosco. Le sue condizioni non sono gravi.

Il proiettile è poi rimbalzato sulla porta della sala d'attesa della stazione perforandone il vetro. Alcuni utenti di un treno fermo hanno anche sentito un urto sulla parte esterna del convoglio: è probabile che abbia finito la sua corsa lì.

Sul posto è intervenuta la polizia (squadra volante e polfer) che ha accertato che il colpo è partito per errore e si è trattato di un incidente. Fortunatamente, le conseguenze non sono state gravi.

L'area è stata transennata a lungo fino alla fine degli accertamenti. Sono in corso indagini sull'accaduto, anche se sembra che si sia trattato di un'imprudenza del vigilante.



Potrebbe interessarti: http://www.torinotoday.it/cronaca/spa ... -dora-19-maggio-2019.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/TorinoToday

Data invio: 20/5 15:56
_________________
Cadi sette volte, rialzati otto.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Re: Vigilanza privata, gli sviluppi della trattativa punto per punto
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
5/2/2007 23:45
Da provincia BAT
Gruppo:
Utenti registrati
Addetto ai Sondaggi
Messaggi : 1815
Offline
Che tempistica di "....."!
Sinceramente sono stufato e avvilito di questa messa in scena infinita.
Ma è possibile che in questo paese tutto vada a rilento?

Data invio: 19/5 8:35
_________________
Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum


Vigilanza privata, gli sviluppi della trattativa punto per punto
Donatore GuardieInformate
Iscritto il:
8/2/2012 10:18
Da milano
Gruppo:
Utenti registrati
Collaboratore
Donatori
Messaggi : 6263
Offline
Vigilanza privata, gli sviluppi della trattativa punto per punto
17 MAGGIO 2019
Nelle giornate del 15 e del 16 abbiamo incontrato le associazioni datoriali del comparto della vigilanza. Il suddetto incontro, propedeutico alla sottoscrizione del Ccnl di settore, si è incentrato sulle seguenti tematiche:
• Salute e sicurezza;
• Classificazione del personale;
• Malattia;
• Cambio appalto.

Salute e sicurezza

Fermo restando una intesa di massima sul testo, abbiamo richiesto la possibilità di incrementare il monte ore relativo ai permessi retribuiti in capo ai rappresentanti della sicurezza al fine di rendere detto ruolo più pregnante, ritenendo, bene condiviso e supremo, la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro e ritenendo prioritario il diffondersi della cultura della sicurezza in questo settore, ove il rischio connesso alle mansioni specifiche è elevato per le tipologie di servizi resi ma anche per i luoghi ove questi vengono resi. A tal proposito, si è reso necessario sottolineare che, il ruolo della Rls dovrà esser favorito anche nell’esercizio al di fuori della sede aziendale e, più precisamente, presso i committenti pubblici e privati, comunicando a questi mediante nota congiunta del Rls e del Rspp l’accesso sui luoghi di lavoro.

Classificazione del personale
Si è giunti, come da noi richiesto, ad una possibile stesura, da perfezionare, di una classificazione unica del personale, onnicomprensiva delle mansioni “amministrative”, “tecnico-professionali”, includenti tanto i servizi di vigilanza armata di cui al Dm 269 del 2010, quanto quelli delle attività di vigilanza non regolamentate nella disciplina di cui sopra. Risulta necessario rivedere la bozza al fine di includere anche alcune mansioni non esplicitate sebbene previste nel vigente Ccnl (a titolo meramente esemplificativo “produttori ed esattori”) e precisare ancor più quanto già contenuto nel capitolo “sfera di applicazione”, al fine di delineare con assoluta precisione l’ambito di applicazione del Ccnl.

Malattia
Le associazioni datoriali hanno posto ancora una volta l’accento sul tema, ponendo l’attenzione su
casi isolati e fuorvianti del diritto conquistato, mettendo in discussione non solo il cosiddetto periodo di
carenza malattia ma anche il periodo di comporto. Abbiamo rigettato la richiesta, evidenziando sia
obiezioni di principio rispetto ad una tutela di fondamentale importanza sia gli aspetti delicati
connessi alle gravi patologie.

Cambio d’appalto
Dopo un breve scambio di battute, a fronte di una modifica proposta dalla controparte dei testi
discussi in questi mesi, si è dovuto ripartire dal testo licenziato il 20 dicembre 2018. A nostro
avviso, la regola del cambio appalto deve disciplinare la modalità attraverso la quale, in caso di
subentro da parte di una nuova azienda nei servizi già in essere, senza arrecare alcuno
svantaggio/vantaggio agli operatori economici, ai lavoratori deve essere garantita la continuità
occupazionale a pari condizioni retributive e normative. La modifica proposta dalle controparti ha
fatto vacillare tale certezza, lasciando intravedere la concreta possibilità di una quantificazione di
eventuali esuberi tra i dipendenti della ditta attivante la procedura di cambio appalto.

Dagli incontri sono scaturite delle bozze e i punti saranno discussi nei prossimi incontri già calendarizzati: i prossimi confronti avranno luogo a Roma nelle date del 12-13 giugno e del 26-27 giugno, in sede ristretta, con l’auspicio di poter effettuare una plenaria il 28 giugno.

https://uiltucs.it/vigilanza-privata-g ... attativa-punto-per-punto/

Data invio: 18/5 19:39
_________________
VIRTUDE ET FIDE.
Crea PDF dal messaggio Stampa
Topic | Forum



 Top
(1) 2 3 4 ... 16853 »



[Ricerca avanzata]


Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate