Segnala messaggio:*
 

Re: Guardie giurate, l’esercito della paura

Oggetto: Re: Guardie giurate, l’esercito della paura
da roberto71 su 29/5/2008 23:02:16

Citazione:

adry ha scritto:
Ragazzi come voi faccio la gpg ho cambiato 4 istituti partendo da mantova,poi ancona e da otto anni a napoli...qui la vita e dura x tutti in tutti i sensi tra l'immondizia la criminalita' e micro la camorra traffico strade rovinate lampioni trabballanti e tantissime altre priblematiche che non sto qui a scrivere,


la vita e il lavoro di gpg e duro e nessuno dico nessuno si interessa a noi...l'istituto che appartengo e piccolo ed e' di provincia (pozzuoli) conta 47 gpg ma x il lavoro che abbiamo ne servirebbero almeno 70 gpg...il direttore pensa solo ad abbuffarsi lui e tratta noi come pezze non da livello non da tiket i pantaloni usati x l'iverno sono gli stessi usati d'estate la zona diurana esce una auto con una gpg ,di notte una auto con 3 gpg su un territorio vastissimo che conta piu' di 780 radioallarmi antirapina ecc...credetemi questo lavoro una volta mi piaceva ma venendo a napoli a lavorare lo sto odiando....la riforma sarebbe una grande cosa credetemi sopratutto qui al sud......un saluto adriano



in un'altra discussione del forum uno che non ricordo il nik mi ha detto: perche' cerci ivp nel nord rimani a napoli. l'amico adry ha risposto x me. Spero tanto in questa riforma.... Forza Marco....

Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate