Segnala messaggio:*
 

Vigilanza privata, 27 settembre sciopero in Trentino

Oggetto: Vigilanza privata, 27 settembre sciopero in Trentino
da Nightwolf su 25/9/2019 16:02:28

Mancato rinnovo del contratto

Sciopero degli straordinari e delle prestazioni aggiuntive, dal 27 settembre al 25 ottobre, per i 700 dipendenti delle società di vigilanza privata e servizi fiduciari del Trentino Alto Adige. A motivare la protesta, indetta da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, il mancato rinnovo del contratto nazionale del settore, scaduto ormai da tre anni e mezzo. Nel 2019 si sono già tenute cinque giornate di sciopero, di cui le ultime due nel mese di agosto.

La trattativa è bloccata ormai da tempo: grande distanza si registra sull'aumento salariale, sulla gestione della malattia, sul periodo di comporto per gli infortuni che "le imprese - denunciano i sindacati - vorrebbero modificare al ribasso". Analoga distanza si registra anche sulla flessibilità: "le aziende - aggiungono Filcams, Fisascat e Uiltucs - vorrebbero gestire in autonomia un sistema orario privo di regole, a loro esclusivo vantaggio, incidendo anche sui giorni e sulla fruizione dei riposi". I sindacati, infine, ribadiscono la centralità della sicurezza sul lavoro e del ruolo dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls).

https://www.rassegna.it/mobile/articol ... mbre-sciopero-in-trentino

Pubblicita

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate