Segnala messaggio:*
 

Litiga e uccide il padre: tragedia familiare in via Napoli

Oggetto: Litiga e uccide il padre: tragedia familiare in via Napoli
da ADMIN su 15/4/2011 19:35:09

FOGGIA, venerdì 15 aprile 2011 - ORE 18.36

Litiga e uccide il padre: tragedia familiare in via Napoli


Era fermo vicino alla sua abitazione, con la pistola in pugno, quando ha bloccato i carabinieri dicendo loro che aveva sparato al padre. Tragedia familiare questo pomeriggio in un podere in via Napoli a Foggia. Ucciso dal figlio di appena 27 anni, Simone Venuti, 48 anni, che lavorava nel verde pubblico, ferito mortalmente, alla gamba e al torace, da alcuni colpi di pistola calibro 9x21. Il giovane, Giuseppe Venuti, guardia giurata, si trova ora presso la caserma dei carabinieri dove è sotto interrogatorio. Dovrà cercare di ricostruire gli ultimi attimi di vita del padre ma soprattutto provare a dare un senso al suo folle gesto. Secondo quanto accertato dai militari, pare che in casa sia avvenuto un litigio tra i due genitori. Giuseppe sarebbe intervenuto in difesa della donna. Forse, ma siamo ancora nel campo delle ipotesi, i toni si sarebbe accesi a tal punto da innescare la reazione spropositata del ragazzo. Giuseppe avrebbe estratto la pistola, legalmente detenuta essendo una guardia giurata, ed avrebbe fatto fuoco. Poi si sarebbe allontanato, convinto di aver solo ferito il padre. Fuori dalla sua abitazione ha incontrato una pattuglia dei carabinieri, dando così l'allarme. Quando i militari sono entrati in casa, l'uomo era ancora agonizzante. E' deceduto durante il trasporto in ospedale. Non sono ancora chiare le motivazioni del litigio familiare, pare però, affermano gli inquirenti, che l'episodio odierno sia il frutto di contrasti pregressi.



Tatiana Bellizzi

http://www.teleradioerre.it

Pubblicita

 IL VIGILANTE

Disclaimer

"Questo portale viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica né un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Gli autori non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali link o collegamenti posti all'interno del portale o del forum di discussione, o per i siti che forniscono link o collegamenti alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che questo portale fornisca eventuali collegamenti a siti esterni non implica tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli utenti sono i soli responsabili dei contenuti, contributi e commenti pubblicati; i moderatori si impegnano a rimuovere o oscurare i contenuti considerati falsi, lesivi di altrui dignità o diffamatori, ma data la natura interattiva degli strumenti utilizzati è impossibile operare un controllo in tempo reale di tutto il materiale pubblicati dagli utenti. Per segnalazioni o richieste di rimozione contenuti scrivere una mail all'indirizzo admin@guardieinformate.net con oggetto "Richiesta rimozione contenuti" "

Police Privacy di Guardieinformate